pronostici brasile 29 maggio 2016

CRUZEIRO x AMÉRICA MINEIRO

Non il derby più importante, ma pur sempre un “clasico” che quest’anno si è giocato 3 volte e il Cruzeiro non ha mai vinto. In classifica hanno iniziato entrambe malissimo, con 2 sconfitte e 1 pareggio. Le quote premiano il Cruzeiro che dopo aver esonerato l’allenatore Paulo Bento vuole cambiare marcia.

Pronostico: Cruzeiro | Under 2.5

ATLÉTICO PARANAENSE x FIGUEIRENSE

L’ultima vittoria del Figueira all’Arena da Baixada risale al 2004. Anche questa è una partita tra due squadre che finora in campionato non hanno mai vinto. Le quote vedono nettamente favorito l’Atletico, ma occhio a Rafael Moura nel Figueira.

Pronostico: Atletico | Goal Sì

CHAPECOENSE x SANTA CRUZ

Le squadre si affrontano per la prima volta nella storia nel campionato di serie A. Il Santa Cruz è partito alla grande ma anche lo Chapecoense in trasferta ha già fermato il Flamengo e l’Internacional. Sono due squadre che tendono a segnare molto, punterei su una doppia o sull’Over 2.5

Pronostico: Pareggio | Over 2.5

PONTE PRETA x FLAMENGO

Il Flamengo non batte il Ponte Preta a Campinas dal 1998! E anche domani non sarà una sfida facile viste le assenze tra i rossoneri. Partita molto difficile da pronosticare, punterei sulla vittoria di misura del Ponte Preta.

Pronostico: Ponte Preta | Goal No

SPORT x CORINTHIANS

I leoni di Recife non sono partiti bene ma oggi per Oswaldo de Oliveira non sarà una partita come le altre perché incontra la squadra con cui si è laureto campione del mondo nel 2000. Quote equilibrate, leggermente favorito il Corinthians.

Pronostico: Corinthians | Under 2.5

VITÓRIA x ATLÉTICO

Tante assenze nell’Atletico che è reduce da una sonora sconfitta contro il Gremio. Le quote sono equilibrate, e i bookmaker premiano di più gli ospiti. Io invece sono per i padroni di casa e mi aspetto molti gol.

Pronostico: Vitoria | Over 2.5

FLUMINENSE x BOTAFOGO

Qualche problema di assenze nel Botafogo mentre nel Fluminense sarà fuori solo Wellington Silva per infortunio. Nel 2016 le due squadre si sono affrontate 3 volte con 2 vittorie per il Botafogo e 1 pareggio ma è pure sempre un derby.

Pronostico: Fluminense | No Goal

SÃO PAULO x PALMEIRAS

Continua a leggere

pronostici brasileirao 2° giornata
PONTE PRETA x PALMEIRAS

Il Palmeiras è una delle big che ha più impressionato nella prima giornata di campionato. Senza 4 giocatori infortunati Cuca dovrebbe schierare un 4-3-3 per battere il Ponte Preta a Campinas, dove in campionato il Palmeiras ha vinto solo 2 volte nel 1999 e nel 2005.

Pronostico: Palmeiras | Over 2.5

FLUMINENSE x SANTA CRUZ

Soltanto Gum infortunato nel Fluminense. Per il resto sono tutti a disposizione del tecnico Levir Culpi. Il Santa Cruz ha debuttato benissimo con una vittoria sul Vitoria.

Pronostico: Fluminense | Goal Sì

CRUZEIRO x FIGUEIRENSE

Diversi problemi di formazione per Paulo Bento che è costretto a vincere dopo il ko contro il Coritiba.

Pronostico: Cruzeiro | Under 2.5

ATLÉTICO-PR x ATLÉTICO-MG

Senza Leo e Nikao, l’Atletico paranaense ospita il mineiro che ha appena cambiato allenatore e non avrà Robinho.

Pronostico: Pareggio | Goal Sì

SANTOS x CORITIBA

Non ci sarà Ricardo Oliveira, infortunato, nel Santos. Formazione al completo invece nel Coritiba. Dorival Junior dovrebbe optare per un 4-2-3-1 offensivo per cercare i primi 3 punti in campionato.

Pronostico: Santos | Over 2.5

CHAPECOENSE x AMÉRICA

Nessuna delle due squadre ha offerto un calcio spettacolare nella prima giornata. Lo Chapecoense ha costretto al pareggio l’Internacional mentre l’America-MG ha perso in casa contro il Fluminense.

Pronostico: pareggio | Under 2.5

VITÓRIA x CORINTHIANS

Un Vitoria rimaneggiato ospita il Corinthians che non avrà soltanto lo squalificato Yago. La formazione di Sao Paulo ha perso soltanto una volta al Barradao, nella prima partita disputata nel 1996, dopo di che ha ottenuto 3 vittorie e 4 pareggi.

Pronostico: Corinthians | Under 2.5

GRÊMIO x FLAMENGO

Partita complicata ma con il Gremio favorito sul Flamengo. Nei padroni di casa fuori Wallace Oliveira e Edilson mentre il Flamengo dovrebbe presentarsi in formazione tipo.

Pronostico: Gremio | Under 2.5

SÃO PAULO x INTERNACIONAL

Una delle partite più attese della giornata. Mena, Michel Bastos e Thiago Mendes non ci saranno nel Sao Paulo fresco di vittoria in Libertadores. Nell’Internacional mancherà soltanto Anderson.

Pronostico: pareggio | Goal di entrambe

SPORT x BOTAFOGO

Il Botafogo ha perso le ultime tre trasferte all’Ilha do Retiro e non vince dal 2008. Nello Sport non ci saranno Rithelly, squalificato, e Rodinei. Qualche problema in più per il Botafogo senza Jefferson, Emerson e Airton.

Pronostico: Sport | Over 2.5

quarti di finale libertadores atletico-mg x sao paulo

Il cammino del Sao Paulo in Libertadores non è stato dei più facili. Ma nella notte, all’Estadio Independencia, il club paulista avrà la chance di lasciarsi i tempi bui alle spalle e proseguire la stagione con maggiore tranquillità. Per farlo però dovrà eliminare il suo peggior nemico brasiliano in Libertadores.

Dal 2006 per il Sao Paulo è stato un festival di eliminazioni in Libertadores. Tuttavia dopo un inizio difficile, il Tricolor è arrivato ai quarti di finale della competizione e sfiderà l’Atletico-MG partendo dall’1-0 conquistato nella partita di andata.

I confronti precedenti sono favorevoli alla formazione mineira: in 9 partite, il Galo ha vinto 4 volte, pareggiato tre volte e perso 2. Ma non tutte le statistiche sono avverse al Sao Paulo. L’Atletico-MG infatti non ha mai vinto una partita nei quarti di finale di Libertadores. Persino nel 2013, quando la squadra vinse la coppa, ha pareggiato le due partite contro il Tijuana passando per aver segnato più gol fuori casa.

Il tecnico Bauza potrà schierare la miglior formazione possibile e in attacco si affiderà a Calleri. Nell’Atletico, Diego Aguirre ha recuperato Robinho che era in dubbio per la partita, ma perde Rafael Carioca, vero punto di forza del centrocampo, e Junior Urso.

LINK STREAMING. Per vederla con Acestream e Sopcast: http://www.acesoplisting.in

pronostici 1 giornata brasiliano

Torna il Brasileirao 2016 e tornano anche i pronostici delle partite. Ecco le mie previsioni per le partite della 1° giornata del campionato brasiliano 2016.

Palmeiras x Atlético

Sotto il comando di Tite il Palmeiras si è allenato solo nelle ultime tre settimane e inizia come una delle favorite al titolo. Una curiosità: le squadre si sono affrontate 2 volte all’Allianz Parque e il Palmeiras non ha mai vinto.

Pronostico: Palmeiras | Goal Sì

Flamengo x Sport

C’è molta aspettativa sul Flamengo di Muricy che oggi potrà contare su tutti gli uomini a disposizione. Nello Sport fuori solo Rithelly infortunato.

Pronostico: Flamengo | Over 2.5

Atlético-MG x Santos

Prima grande partita della stagione: il Galo schiererà una formazione rimaneggiata in vista della partita in Libertadores. mentre il Santos proverà ad approfittarne schierano tutti i titolari tra cui Lucas Lima, Gabriel e Ricardo Oliveira.

Pronostico: Santos | Goal Sì

Coritiba x Cruzeiro

Il Coritiba sente la pressione dopo la sconfitta nella finale del campionato Catarinense. Prima ufficiale per Paulo Bento sulla panchina del Cruzeiro.

Pronostico: pareggio | Under 2.5

Botafogo x São Paulo

Il “nuovo” Botafogo, sorpresa di questo inizio stagione ospita il Sao Paulo che non potrà contare su Breno infortunato ma non dovrebbe schierare una formazione B.

Pronostico: pareggio | Goal Sì

Santa Cruz x Vitória

Sembra l’anno perfetto per il Santa Cruz fino adesso. Sarà una sfida tra due neopromosse, che vorranno partire bene e giocheranno per vincere.

Pronostico: Santa Cruz | Over 2.5

 

tutto sul brasileirao 2016

Questo fine settimana ricomincia finalmente il Brasileirao 2016: quali squadre sono favorite per la vittoria finale del campionato brasiliano? Quali destinate a retrocedere? E le possibili sorprese? Ecco allora la mia guida completa con l’analisi del Brasileirao 2016.

Le favorite del Brasileirao 2016

Atletico Mineiro 

Forse la favorita numero 1. I vertici dell’Atletico hanno messo insieme un ottimo organico anche quest’anno, rinforzando soprattutto il reparto offensivo con acquisti di livello come Robinho e Hyuri. Dal centrocampo in su il tecnico Aguirre – ancora non molto amato dalla tifoseria – ha diverse soluzioni, ma scelte quasi obbligate in difesa. Negli ultimi anni il Galo è andato vicino alla vittoria con 2 secondi posti nel 2012 e nel 2015.

Corinthians

Sono i campioni in carica, ma l’organico è stato completamente rivoluzionato. Con il tecnico Tite sono rimasti Cassio,  Fagner, Uendel e Felipe e sono arrivati molti giovani, il che ha reso l’inizio di stagione della squadra complicato: fuori nelle semifinali del campionato paulista ed eliminato in Libertadores. Nelle ultime stagioni però il Corinthians è sempre stato protagonista, ha un ottimo rendimento casalingo e il campionato è l’unico vero obiettivo.

Palmeiras

Molto attivi sul mercato dall’inizio dell’anno grazie agli accordi di patrocinio che hanno portato molti soldi nelle casse del club, il Palmeiras insegue il titolo che da moltissimi anni, dal 1994, manca nella sua bacheca. Non ha iniziato bene la stagione come il Corinthians ma il tecnico Cuca ha molte soluzioni tecniche a disposizione, inoltre potrebbe essere l’anno della consacrazione per Gabriel Jesus, 19 anni e inseguito da molti club europei.

Santos

Negli 11 titolari il Santos è forte, ma non ha riserve all’altezza. Se dovessero partire Lucas Lima, Gabriel e Ricardo Oliveira difficilmente il club potrebbe avere le risorse economiche per rimpiazzarli. Anche perché la gestione finanziaria degli ultimi anni è stata disastrosa. Il Santos ha vinto il Paulistao ma il Brasileirao è un’altra cosa. Dorival Junior però è un tecnico preparato e sa lavorare con i giovani come Thiago Maia, 19 anni e già titolare indiscusso.

Sao Paulo

Calleri rimane o parte? Questo potrebbe spostare gli equilibri nel Sao Paulo dei giovani. Il tecnico Edgar Bauza – al suo 1° Brasileirao – chiede rinforzi di peso che ancora non sono arrivati. Tuttavia il Sao Paulo sta avendo un ottimo inizio di stagione, specie in Libertadores. Sono 10 anni che non vince il titolo e se il club riesce a fare qualche colpo di mercato interessante potrebbe essere l’anno buono.

Le possibili sorprese del Brasileirao 2016

Fluminense

Trenta giocatori a disposizione di Levir Culpi ma alcune posizioni sono ancora carenti, considerando le possibili uscite a fine giugno e quelle sicure tipo Gerson. Le casse della società sono meno in crisi dello scorso anno ma ancora manca un main sponsor dopo gli anni con Unimed. Attenzione ai possibili exploit di giovani giocatori molto interessanti come Gustavo Scarpa, 22 anni, e Richarlison di soli 18.

Cruzeiro

È stata insieme al Corinthians, la squadra che ha vinto più campionati negli ultimi anni. L’anno scorso è stata un’annata scialba, quest’anno il club ha deciso di ripartire con 10 nuovi giocatori e un nuovo tecnico Paulo Bento, subentrato a Deivid dopo l’eliminazione nel campionato mineiro, ma sembra ancora mancare l’amalgama e soprattutto carattere nella squadra. Fattori che potrebbero emergere col passare del tempo insieme al talento di alcuni calciatori giovani come Lucas Romero, proveniente dalle giovanili del Velez.

Gremio

Una di quelle squadre capace di stare sempre nelle parti alte della classifica, senza riuscire a fare il salto di qualità nel momento decisivo. Quest’anno potrà contare sul lavoro consolidato del tecnico Roger Machado, su alcuni innesti di qualità come l’ecuadoriano Miller Bolanos e giovani di prospettiva come Lincoln, di appena 17 anni.

Internacional 

A livello di organico è inferiore a tutte le altre squadre analizzate finora. Il club ha venduto molto, ha perso pedine importanti come D’Alessandro e Alisson ma le casse della società sono in ottimo stato e questo in Brasile è un differenziale importante. Inoltre la squadra viene dalla vittoria nel campionato gaucho e l’allenatore, nonostante le critiche di tifoseria e stampa, ha saputo recuperare giocatori importanti come Vitinho e valorizzare i giovani.

Le squadre da mezza classifica

Flamengo

Ha comprato 10 giocatori quest’anno, forte di una stabilità finanziaria, ma ci sono ancora grossi dubbi da sciogliere per Muricy Ramalho. La difesa è tutta da inventare, e in attacco con Guerrero fuori forma si potrà affidare al 37enne Sheik? Per il Flamengo inoltre l’appoggio del pubblico è sempre stato determinante ma quest’anno dovrà giocare la prima parte della stagione lontano dal Maracana.

Santa Cruz

Neo promosso in Serie A, il club che non dispone di grandi riserve economiche ha comunque fatto uno sforzo contrattando 13 giocatori per la prossima stagione e la campagna acquisti ancora non è finita. I precedenti non sono positivi, visto che l’unica volta che il Santa Cruz ha disputato il Brasileirao nel 2006 è subito retrocesso, tuttavia il club inizia il campionato reduce dalla conquista della copa do Nordeste e del campionato pernambucano.

Vitoria

Dopo un anno passato in serie B la squadra ha un buon organico per un campionato tranquillo in serie A, mancano però riserve all’altezza. Il Vitoria è una squadra altalenante, oscilla tra ottime prestazione e sconfitte clamorose. Se riuscirà a trovare una minima continuità dovrebbe conquistare una salvezza tranquilla.

Atletico-PR

Trenta giocatori in rosa ma le speranze sono sempre attaccate a lui: Walter, attaccante prolifico ma con un difficile rapporto con la bilancia. Altri punti fermi sono il portiere Weverton e il mediano Otavio. Il guaio è che la situazione finanziaria del club è pessima e il tecnico Paulo Autuori dovrà fare di necessità virtù.

Botafogo

Il Botafogo campione dell’ultimo campionato di serie B ha smontato la squadra vendendo 17 giocatori e comprandone 9 per lo più senza esperienza e sei provenienti dalle giovanili. Le premesse non sono positive anche se la squadra ha disputato un ottimo campionato carioca e ha iniziato bene anche in Copa do Brasil. Però rimane una squadra a rischio.

A rischio retrocessione

Chapecoense 

Il gruppo è più o meno quello dello scorso anno, anche se ci sono state partenze come quella del laterale Apodi. È il terzo anno consecutivo in Serie A dove ha sempre ormeggiato tra il 15° e il 14° posto, riuscendo talvolta a sorprendere anche le big. Quest’anno sarà difficile confermarsi.

Sport

Dopo il buon campionato disputato lo scorso anno, la squadra è stata rivoluzionata soprattutto nel settore offensivo: André, Marlone e Elber sono partiti e i nuovi arrivati faticano a ingranare. La squadra non sta attraversando un buon periodo. Dopo l’esonero di Falcao, è arrivato Oswaldo de Oliveira e il tecnico avrà molto da fare per sistemare la squadra.

America-MG

Nonostante la vittoria nel campionato mineiro, la squadra non sembra costruita per giocarsi la permanenza nel Brasileirao. Le speranze sono affidate al tecnico Givanildo Oliveira che ha conquistato la tifoseria dopo le vittorie sul Cruzeiro e sull’Atletico-MG in finale.

Coritiba

Nonostante un buon mix di calciatori con esperienza i problemi finanziari del club influenzano i comportamenti del gruppo, che hanno anche scioperato per protesta contro i pagamenti arretrati degli stipendi. Gilson Kleina si affida all’esperienza di Kleber in attacco e al rendimento casalingo, generalmente solido della squadra quando gioca supportata dalla propria tifoseria.

Ponte Preta

Dopo un campionato paulista deludente, la squadra è stata rafforzata con gli acquisti di Renè, Junior, Kadu e Roger ma non è ancora competitiva. L’anno scorso il Ponte Preta è stato una rivelazione del campionato e a meno che non si ripeta per il secondo anno consecutivo sarà una delle protagoniste della lotta salvezza.

Figueirense 

L’organico non è il massimo, mancano giocatori di qualità specie sulle fasce. Dovrà contare sul supporto del suo pubblico, facendo dello stadio Orlando Scarpelli il proprio fortino per conquistare punti preziosi per la salvezza.

alisson nuovo portiere roma

Ultimi giorni in Brasile per Alisson, portiere titolare della nazionale brasiliana e capitano dell’Internacional. In una intervista al giornale Zero Hora, il suo agente José Maria Neis ha confermato che Alisson arriverà a Roma il 1° luglio, data in cui verrà presentato dalla As Roma e potrà raggiungere il ritiro con i suoi nuovi compagni di squadra.

Prima di partire Alisson disputerà le finali del campionato gaucho contro la Juventude, molto probabilmente saranno gli ultimi due match con la maglia dell’Internacional. Danilo Fernandes, il suo sostituto dovrebbe essere presentato al Beira-Rio dopo la finale del campionato pernambucano.

In teoria, Alisson dovrebbe essere disponibile per disputare le prime due giornate del Brasileirao 2016 con l’Internacional ma la sua presenza non è ancora stata confermata dalla commissione tecnica del Colorado. A seguire Alisson si aggregherà alla Seleção brasiliana per disputare la Copa America Centenario negli Stati Uniti dal 3 al 26 giugno.

In prima squadra nell’Internacional dal 2013, Alisson ha conquistato 3 campionati gauchos ma è diventato titolare solo dalla seconda metà del campionato brasiliano 2014, conquistando la convocazione in nazionale soprattutto per le prestazioni in Libertadores.

Calleri Sao Paulo

Con 7 gol in Libertadores, l’attaccante argentino eguaglia idoli della torcida del São Paulo come Raì, Luis Fabiano e Adriano. Non solo: la sua media gol nella competizione internazionale è la migliore nella storia del São Paulo.

All’inizio della sua avventura nel tricolor paulista in pochi avrebbero scommesso che Jonathan Calleri avrebbe raggiunto numeri impressionanti dopo sei partite in Libertadores. Con 7 gol, è tra i 10 maggiori marcatori della storia del club. L’importanza dell’attaccante nella squadra paulista è tale che, nell’ultima partita, Paulo Henrique Ganso ha chiesto al tecnico Edgardo Bauza di sostituirlo per evitare che venisse espulso visto le continue provocazioni dei giocatori del River Plate nei suoi confronti (Calleri è un ex Boca Juniors).

L’impatto di Calleri nel Sao Paulo è stato così grande che i vertici del club stanno negoziando la possibilità di estendere il contratto di prestito che scade il 30 giugno al termine del quale il giocatore (che ha passaporto italiano) dovrebbe trasferirsi in Europa, con Inter e Roma già sulle sue tracce.

neymar e dunga

Un mondiale senza il Brasile è una cosa inimmaginabile. Eppure la seleção ce la sta mettendo tutta per complicarsi il cammino nelle qualificazioni. La crisi del calcio brasiliano sembra inarrestabile, eppure dopo la figuraccia del mondiale giocato in casa sembrava non ci potesse essere di peggio.

Nella seleção brasiliana c’è qualcosa di strano. Ed è qualcosa che non riguarda soltanto l’aspetto tecnico tattico ma situazioni che vanno al di là del campo. I fattori sono molteplici, come pezzi un puzzle che non si incastrano, ma i media brasiliani si concentrano soprattutto sul tecnico della nazionale e del suo capitano.

Neymar viene accusato di assentarsi nei momenti importanti, di approfittare troppo del suo ruolo di “stella” e per questo di non essere riconosciuto come leader carismatico dal gruppo. A novembre scorso la presenza di ospiti VIP a seguito di Neymar nel ritiro della nazionale a Salvador non è piaciuta alla CBF. Come ha irritato il fatto che nell’ultimo impegno della nazionale il talento del Barcellona sia arrivato tardi saltando l’allenamento del lunedì, cosa che non hanno fatto i suoi compagni di club Suarez, Messi e Mascherano. E non è piaciuta a nessuno in Brasile il fatto che Neymar sia andato a divertirsi in un locale notturno a tarda notte dopo aver rimediato il cartellino giallo e conseguente squalifica nella partita con l’Uruguay.

Sulle spalle di Dunga invece pesano le decisioni di lasciare fuori dalla nazionale giocatori come Thiago Silva e Marcelo colpevoli dal canto loro di non riuscire a replicare in nazionale il livello di gioco espresso con i rispettivi club. Ma anche la stessa gestione di Neymar e la scommessa – per alcuni azzardata o persa – di responsabilizzarlo dandogli la fascia di capitano.

Dopo i pareggi con Uruguay e Paraguay – entrambi per 2-2 – il difensore dell’Inter Miranda  ha dichiarato che il Brasile deve non solo migliorare tecnicamente ma anche imparare ad affrontare con determinazione e cattiveria partite come queste delle eliminatorie, gare che molti giocatori non hanno affrontato prima complice anche il fatto di aver disputato l’ultima edizione dei mondiali in casa.

A un mese dalle convocazioni per la prossima Copa America e con le Olimpiadi alle porte, Dunga avrà l’arduo compito di assemblare un gruppo che sia quanto più in sintonia con il suo concetto di gioco, che non sia ostaggio del suo numero 10,  che sia disposto a lottare e al sacrificio, al di là dell’aspetto tattico (anche quello apparso lacunoso a volte). Tra 5 mesi ci sarà una qualificazione al mondiale da conquistare ma per adesso il Brasile è incredibilmente fuori.

CalcioBrasiliano su Facebook

Segnalato da

BlogItalia - La directory italiana dei blog Be Sport Network http://www.wikio.it

Archivio