De Arrascaeta Cruzeiro

fonte: Cruzeiro Esporte Clube

Quando ho letto del passaggio del direttore sportivo Alexandre Mattos dal Cruzeiro al Palmeiras ho capito che nel Raposa c’era aria di smantellamento. Mattos è stato l’artefice dei maggiori colpi di mercato che hanno portato molti bravi giocatori a vestire la maglia del Cruzeiro. Negli ultimi due anni, il club mineiro non ha avuto rivali in campionato, se non il Sao Paulo, l’unica formazione ad avere un tasso tecnico simile.

La formazione allenata da Marcelo de Oliveira era solida e al tempo stesso spettacolare. Chi ha visto lo scorso anno le partite del Cruzeiro si è sicuramente divertito. È chiaro che, specie in un sistema calcio come quello brasiliano, i club siano portati a monetizzare vendendo i giocatori più forti quando arrivano al massimo del loro valore.

Ma nel caso del Cruzeiro mi sembra di assistere a un totale smantellamento di una rosa che poteva anche cedere 1-2 giocatori importanti e sostituirli magari con giovani emergenti restando comunque competitiva. Finora però il Cruzeiro ha perso troppi giocatori chiave.  Nilton (passato all’Internacional) Marcelo Moreno (fine prestito) Ricardo Goulart (andato in Cina), Lucas Silva (al Real Madrid) e in queste ore si parla anche di Mayke vicino al Benfica oltre che del continuo interesse di club europei per Everton Ribeiro anche lui sul punto di partire. Unici acquisti interessanti finora sono stati quelli di Leandro Damiao che però viene da 2-3 stagioni negative e quello dell’uruguaiano Arrascaeta.

Basteranno al Cruzeiro per riconfermarsi in campionato e lottare per la Libertadores? Il mio parere é no, a meno di nuove evoluzioni da qui alla chiusura del calcio mercato.

adyelson difensore 16 anni sport recife

Le squadre europee, non solo i top club, che operano nel calcio mercato brasiliano mirano ad accaparrarsi i giovani talenti prima che esplodano nei loro club e quindi prima che il loro prezzo salga alle stelle. Tuttavia, proprio per questa tendenza, in Brasile è molto facile che un giovane calciatore venga etichettato, specie dalla stampa vicina ai club, come un “fenomeno” alla prima apparizione in prima squadra. I club brasiliani, per mettersi al riparo dalle mire degli agenti di mercato stranieri, cercano di offrire contratti da professionisti a quei giovani a loro giudizio maggiormente promettenti.

Questo cappello introduttivo per presentare il giovane difensore Adyelson, 16 anni, che nell’ultima stagione ha giocato nelle giovanili dello Sport. Dopo la sua convocazione nella nazionale brasiliana Under-17, la dirigenza del club pernambucano gli ha subito offerto un contratto da professionista per la durata di 5 anni.

Adyelson si è detto felice e allo stesso tempo consapevole della responsabilità che comporta il suo passaggio dalle giovanili in prima squadra. Il ragazzo parteciperà con la seleção under-17 al Campionato Sudamericano che si disputerà a marzo. Sarà una vetrina importante e un’occasione per i tanti esperti di mercato di vederlo all’opera. Sicuramente è un nome da tenere d’occhio per il prossimo futuro.

Fernandinho Hellas Verona

L’Hellas Verona ha ufficializzato mercoledì l’acquisto dell’attaccante Fernandinho prelevato dal Grêmio. Secondo quanto rivelato dalla stampa il Verona avrebbe pagato circa 1 milione di euro per assicurarsi il prestito con diritto di riscatto.

Fernandinho, classe 1985, è un attaccante rapido e di buone qualità tecniche ma la sua carriera non è stata eccelsa, specie l’ultimo trascorso nel Gremio.

Nel 2009 si mise in luce con la maglia del Gremio Barueri e attirò l’interesse del São Paulo ma con il club del Morumbi mise a segno appena 17 gol in 104 partite. Prima di arrivare al Grêmio, Fernandinho ha avuto un passaggio nell‘Al-Jazira e successivamente nell’Atlético-MG.

L’attaccante 29enne ha debuttato con il Gremio nell’ultima partita di Enderson Moreira sulla panchina del club gaucho (persa per 3 a 2 contro il Coritiba) e non è riuscito a guadagnarsi una maglia da titolare con Felipe Scolari. Nell’ultima stagione infatti ha collezionato 13 apparizioni, 0 gol e 2 assist.

Al posto di Fernandinho, il Gremio ha come opzioni Erik, Everton, Luan e Paulinho, tutti giovani e con migliori prospettive di crescita (e di vendita).

ricardo oliveira I milanisti si ricorderanno bene di Ricardo Oliveira. Arrivato in rossonero per sostituire Shevchenko passato al Chelsea non ha lasciato quasi traccia nel campionato italiano. Sembra passata una vita eppure l’attaccante che oggi ha 34 anni tornerà a vestire una maglia importante, quella del Santos per sostituire Leandro Damiao passato al Cruzeiro.

Oliveira torna in Brasile dopo l’esperienza negli Emirati Arabi con la maglia dell’AL Wasl e sosterrà oggi gli esami medici. L’attaccante ha firmato un contratto di appena 4 mesi con possibilità di prolungare in caso di buone prestazioni nel campionato Paulista che inizia a febbraio. L’ingaggio del giocatore è costato circa 55 mila euro alle casse del Santos.

Carlinhos Sao Paulo FcL’acquisto era già stato ufficializzato a fine dicembre ma oggi Carlinhos è stato presentato al Sao Paulo vestendo per la prima volta la maglia del Tricolor. Durante la conferenza stampa il giocatore ha ammesso di aver ricevuto altre proposte ma non ha pensato due volte prima di firmare davanti all’offerta del Sao Paulo.

Carlinhos ha commentato in modo sarcastico anche la vicenda Dudu visto che i due erano stati entrambi accostati al Sao Paulo prima che l’ex Gremio firmasse per il Palmeiras: “Io ho scelto il Sao Paulo, ognuno fa la sua scelta. Spero che lui sia felice nel club in cui ha scelto di giocare. C’è stata una differenza tra la mia trattavia e quella di Dudù. I miei procuratori hanno lavorato bene, correttamente, senza ricorrere a notizie e speculazioni su internet.

Carlinhos ha iniziato la sua carriera nelle giovanili del Santos e poi come professionista nel Cruzeiro, Mirassol e Santo André fino ad arrivare nel 2010 al Fluminense.

Dudu Palmeiras

La voce era circolata domenica ma adesso è ufficiale: Dudu ha firmato un contratto di 4 anni con il Palmeiras dopo aver sostenuto le visite mediche nella giornata di lunedì a Sao Paulo.

Finisce così una telenovela che aveva visto l’attaccante esterno ex Gremio conteso soprattutto da Corinthians e Sao Paulo. Ma alla fine l’ha spuntata l’altra squadra della capitale paulista, ed è stato il primo grande colpo di mercato messo a segno dal nuovo direttore sportivo Alexandre Mattos.

È stato lo stesso giocatore a dichiarare di aver scelto il Palmeiras per il progetto tecnico che Mattos gli ha presentato. “I tifosi possono aspettarsi un giocatore agguerrito, un giocatore che sempre giocherà per onorare la maglia del Palmeiras e spero che potremmo conquistare i titoli che il club sta aspettando da tempo”, ha affermato Dudu che è fiducioso anche nell’adattamento rapido nella nuova squadra e al ruolo in cui il mister sceglierà di utilizzarlo.

Quello di Dudu non è il solo acquisto del Palmeiras che in questa sessione di mercato ha già ingaggiato il difensore Victor Hugo, i laterali Joao Paolo e Lucas, i mediani Amaral, Andrei Girotto e i centrocampisti Zé Roberto e Robinho (dal Coritiba, non quello del Santos!) e gli attaccanti Leandro Pereira e Rafael Marques (ex Botafogo). Inoltre nelle ultime ore sta circolando anche sul tentativo del Palmeiras di “scippare” l’attaccante Guerrero al Corinthians.

internacional su nilton

L’Internacional si sta muovendo sul mercato per rinforzare la squadra in vista della nuova stagione che inizierà ufficialmente a febbraio quando prenderà il via il campionato gaucho. Dopo alcune settimane di trattativa con il Cruzeiro sembra ormai fatta per il passaggio al Colorado del centrocampista Nilton. Secondo quanto riportato dal giornale Zero Hora, le parti hanno trovato un accordo nella giornata di oggi. L’Internacional pagherà poco più di 2 milioni di reais al Cruzeiro per il giocatore di 27 anni e verserà un altro milione per risolvere il debito che il club mineiro aveva con il giocatore (ingaggio ancora non pagato?). L’Inter è riuscita a diminuire drasticamente il valore richiesto dal Cruzeiro per il giocatore che era di 6,5 milioni di reais.

Oltre alla linea mediana, l’Internacional vuole rinforzare il reparto offensivo e l’obiettivo è riportare in patria il 21enne Vitinho che non è riuscito a ritagliarsi un ruolo da protagonista con il CSKA di Mosca. Il club russo sarebbe disposto a cedere in prestito l’ex talentino del Botafogo che potrebbe essere annunciato dal club gaucho già la prossima settimana.

Vincitore del campionato brasiliano per due anni consecutivi, il Cruzeiro non vuole fermarsi e sogna in grande. Il tecnico Marcelo Oliveira vuole rinforzare la già ottima rosa del Raposa e il nome che circola in queste ore è quello di Paulinho, ex Corinthians e giocatore del Tottenham e della Seleçao.

In una intervista a Radio Itatiaia, Alexandre Mattos, ha rivelato l’interesse per il calciatore: “su Paulinho si sta valutando la possibilità del prestito. Il suo procuratore è in contatto con vari club brasiliani ma il Tottenham non ha ancora chiarito se lasciare partire il giocatore o meno in caso di prestito. Se Paulinho avesse possibilità di partire, la sua prima scelta sarebbe il Cruzeiro, indipendentemente dal vincolo con altri club, lui sicuramente busserebbe alla porta del Cruzeiro”, ha detto ormail l’ex direttore sportivo del Cruzeiro che è in procinto di firmare per il Palmeiras.

Continua a leggere

Archivio

Segnalato da

BlogItalia - La directory italiana dei blog Be Sport Network http://www.wikio.it