Lucio accusa l’Internacional di aver peccato di superbia

by Stefano on

Lucio mondiale per club

“Sono stati superbi e hanno sottovalutato gli avversari”. Così parlò Lucio, difensore brasiliano dell’Inter di Milano, a proposito dell’Inter di Porto Alegre.

E Doveva essere Inter contro Inter, la finale del Mondiale per Club. Invece ci sarà l’Inter di Milano che giocherà contro se stessa. Perchè il Mazembe, per quanto si possa essere diplomatici, non si può considerare la squadra più forte del mondo.

Lo poteva essere l’Inter di Porto Alegre, quella brasiliana, del talento perennemente incompiuto di D’Alessandro. E invece i Colorado se ne sono tornati in Brasile a capo chino, disertando così la partita di cui si parlava, forse troppo, già da mesi. Italia contro Brasile per l’ennesima sfida mondiale, nel calcio come in altri sport.

Lucio ha ricordato la festa che l’Internacional ha organizzato il 7 dicembre il giorno prima di imbarcarsi per Abu Dhabi, com 30 mila tifosi a salutare i giocatori al Beira Rio. “Non si può festeggiare ancor prima di giocare, non è una cosa buona ma solo una distrazione”, ha detto Lucio.

Alcuni (il capitano Bolivar ndr) avevano già promesso che sarebbero diventati campioni.

“Che serva di lezione”, ha aggiunto il difensore nerazzurro, “hanno sottostimato l’avversario finendo per perdere”.

Written by: Stefano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *