I grandi club del calcio brasiliano sono in crisi?

by Stefano on

Cosa sta succedendo ai club più blasonati del calcio brasiliano? È l’interrogativo che in molti si stanno ponendo. Di cinque squadre approdate agli ottavi della Copa Libertadores solo il Santos è riuscito a passare il turno.

Gremio, Cruzeiro, Internacional e Fluminense sono state eliminate da avversari modesti riuscendo anche a dilapidare il vantaggio accumulato nella gara di andata subendo, come nel caso del Fluminense, delle rimonte clamorose. Fred e compagni infatti sono stati battuti dal Libertad per 3-0 dopo aver vinto per 3-1 la partita casalinga.

Stesso destino amaro per il Cruzeiro che ha subito uno 0-2 casalingo che ha vanificato la vittoria per 1-2 sul campo dell’Once Caldas.  Doppia sconfitta invece per due storiche squadre gauche: il Gremio è uscito sconfitto in entrambe le sfide contro l’Universidad Catolica e l’Internacional dopo il pareggio per 1-1 dell’andata, ha perso per 2-1 contro il Penarol.

Per la prima volta nella storia della Libertadores, il Paraguay ha più squadre del Brasile qualificate alle fasi finali della competizione. Una sola squadra brasiliana ancora in corsa invece non la si vedeva dal 1994 e si trattava anche in quell’occasione sempre del Santos vittorioso sull’ América-MEX.

Se nelle coppe internazionali c’è crisi, non va meglio nelle competizioni interne. Nella Copa Brasil, il Palmeiras ha rimediato una goleada (6-0) contro il Coritiba. Felipe Scolari, tecnico dei verdi di Sao Paulo, ha parlato di una vera e propria lezione di calcio subita e i tifosi, umiliati, hanno protestato con scritte sui muri del centro sportivo.

Non va meglio nemmeno al Flamengo che ha perso per 2-1 contro il Ceara e Ronaldinho è stato fischiato dai propri tifosi. Il fantasista ex-Milan non segna da 2 mesi e le sue prestazioni sono in calo tanto che l’amore della torcida, che si aspettava molto di più dal giocatore, sta via via svanendo.  Ronaldinho non riesce a imprimere quell’imprevedibilità alle giocate in attacco del Flamengo tanto che la squadra di Luxemburgo non riesce a creare molte palle gol. L’allenatore ha difeso dai fischi Ronaldinho, convinto che già dalla prossima gara, il numero 10 potrebbe tornare a entusiasmare i tifosi.

 

Written by: Stefano

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *