Luxemburgo: churrasco e pagode per fare gruppo

by Stefano on




Come aiutare la propria squadra a uscire da un momento difficile? Come invertire una serie negativa fatta di 10 partite senza vittoria? Secondo Luxemburgo, tecnico del Flamengo è fondamentale fare gruppo. E così il “professore”, tanto perfezionista e spesso suscettibile (come quando annullò un allenamento perché un giocatore rilasciò un peto mentre lui stava parlando) ha deciso di aprire le porte della sua casa ai suoi giocatori, organizzando una festa nel suo giardino.

Da buon padrone di casa ha offerto carne e birra per tutti. Alla musica non poteva che pensarci Ronaldinho che condivide con Luxemburgo la passione per il pandeiro. Il fantastista ex milan ha chiesto di poter invitare altri amici per metter su una roda di samba e rallegrare l’ambiente.



La festa, che si è svolta lo scorso giovedì, ha visto la partecipazione di tutta la squadra a eccezione di Renato Abreu.  A giudicare dai risultati,  il clima di complicità ha compattato il gruppo e sul campo si è visto un altro Flamengo. Prima è arrivata la vittoria sull’America-Mg e poi la grande prestazione che ha consentito ai rubro-negros di sbancare il Morumbi, battendo il Sao Paulo e rovinando il ritorno in campo di Luis Fabiano.

Se è vero che un buon boccone di picanha e uma cerveja gelada possono appianare tanti problemi, il churrasco di Luxemburgo è stato provvidenziale anche per risolvere la discussione che si era creata in società tra Isaias Tinoco e il direttore esecutivo Luiz Augusto Veloso.

Eventi di questo tipo in realtà non sono una novità nel calcio brasiliano (e nel calcio in generale, per esempio a Roma Totti invita spesso a cena tutti i compagni).  È comunque singolare che l’iniziativa parta da un allenatore.  Ancor più un “duro” come Vanderlei Luxemburgo che spera che i suoi giocatori, oltre che di carne, abbiano fame di vittorie. Anche perché domenica c’è il derby con il Fluminense.

Nessun argomento correlato.

Written by: Stefano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *