Ronaldinho all’Atletico-MG, chi ci guadagna?

by Stefano on




fonte: globoesporte

Nelle ultime settimane, Ronaldinho si è visto poco in campo e molto sui giornali. Prima c’è stata la sceneggiata di suo fratello Assis nello store del Flamengo, poi la rottura del giocatore con il club e la richiesta per vie legali degli stipendi arretrati. E dopo pochi giorni di voci di corridoio è arrivata anche la conferma ufficiale della nuova squadra di Ronaldinho Gaúcho: l’Atletico Mineiro.

Tutto avvenuto in pochi giorni, dal 31 maggio, giorno in cui non si è fatto vedere più alla Gavea (sede degli allenamenti del Flamengo) al 4 di giugno quando, con il contratto già rescisso dal Flamengo già si allenava con il “Galo”. Durante la conferenza stampa di presentazione (molto sobria, al contrario della festa organizzata al suo arrivo al Flamengo) Ronaldinho ha detto le solite cose: un nuovo inizio, che vuole vincere, che vuole essere l’idolo dei tifosi.



La cosa che stupisce, al di là di tutto è che l’Atletico-Mg è sì un club di tradizione in Brasile, ma è anche vero che è il 4° club più indebitato del campionato brasiliano, davanti proprio al Flamengo che non pagava gli stipendi del suo numero 10.  Probabilmente il contratto che è stato offerto a Dinho non sarà di quelli stellari ed è anche probabile che, nonostante a 32 anni non si possa parlare di un giocatore finito, quella dei dirigenti del Galo sia stata una pensata soprattutto commerciale.

Peccato che proprio lo stesso Flamengo abbia dichiarato recentemente che con Ronaldinho ha speso più di quanto incassato con il merchandising e le sponsorizzazioni. Nella testa di Ronaldinho forse c’è la voglia di mostrare che può dare ancora qualcosa e sa che la tifoseria atleticana è molto esigente. Ma Belo Horizonte, con tutto il rispetto, non è Rio de Janeiro città che ha stra-viziato tutti i campioni passati da quelle parti, da Adriano a Romario.

L’unica insidia per la concentrazione di Ronaldinho sono le belle ragazze. Perché se é vero che le discoteche di Barra da Tijuca sono il top, anche le tifose dell’Atletico non sono niente male.

Written by: Stefano

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *