Maicosuel e la crisi economica del Botafogo

by Stefano on

fonte: revistadobotafogo.com.br

Gira in questi giorni, nei giornali brasiliani e italiani, la notizia dell’interesse dell’Udinese per Maicosuel, laterale del Botafogo. Dopo aver perduto due pedine importanti come Isla e Asamoah (passati alla Juventus), il club friulano si rituffa sul mercato sudamericano in cui ha sempre scovato giovani talenti.

Fin qui tutto normale. Se non fosse che Maicosuel che ha già avuto un trascorso in Europa (nell’Hoffenheim, serie A tedesca) e che il Botafogo lo ha riportato in Brasile a furor di popolo sborsando 9 milioni di reais (circa 4 mln di euro).

Maicosuel infatti è considerato un idolo dalla tifoseria, uno dei pezzi pregiati di una squadra che ha vinto poco e niente negli ultimi tempi ma che quest’anno, secondo le promesse doveva tornare competitiva. Non a caso fino a poco tempo fa si parlava dell’arrivo di Seedorf. La verità invece è un’altra. Il Botafogo, come tante altre squadre brasiliane, è pieno di debiti e sta ritardando il pagamento degli stipendi dei calciatori. Tanto che anche il bomber Loco Abreu pare che sia sul piede di partenza con destinazione Vasco (altra squadra con un bel po’ di debiti).

La vicenda di Maicosuel e il Botafogo è insomma la sintesi di questo momento del calcio brasiliano: ci sono tanti soldi che girano grazie al marketing, ai patrocini e al buon momento economico del Paese. Si cerca di trattenere i migliori giocatori o li si riporta in patria dall’estero ma poi le gestioni azzardade (o scellerate) dei presidenti generano comunque situazioni di crisi delle società. Un po’ quello che è successo al Flamengo che ha perso Ronaldinho e Thiago Neves, sta provando nell’impresa disperata di rimettere in piedi Adriano e sogna di tesserare Del Piero.

Alla fine, Maicosuel lascerà per la seconda volta il Botafogo (in cui sta anche facendo panchina)? Probabilmente, anzi, al 90% sì. L’Udinese farà un buon affare? Dipende se riuscirà a tornare ai livelli di 2 anni fà, prima dell‘infortunio grave al ginocchio sinistro nella partita contro il Vasco. Per essere uno di 26 anni, ha già macinato parecchi chilometri..

 

Written by: Stefano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *