Ecco perché il Vasco non può vendere Dedé

by Stefano on




fonte: sambafoot.com

Sembra strano che tra tante voci di mercato non sia circolato il nome del forte difensore centrale del Vasco, Dedé. Tempo addietro si parlava di un interesse della Juventus e del Milan ma poi non se ne fece niente. Strano che a lui si preferiscano i vari Castan, Marquinhos e Rhodolfo visto che Dedé sarebbe sicuramente il rinforzo ideal per tanti club italiani ed europei in genere.

La verità è che l’interesse per il giocatore non manca, ma il Vasco non può venderlo. O meglio, non può venderlo senza il permesso di Romario. Si, proprio Romario, l’ex attaccante del Vasco e della seleção brasiliana. Il giocatore ha vinto una causa legale per un debito non pagato dal club che come garanzia di pagamento è stato costretto a “ipotecare” alcuni tra i suoi migliori giocatori. Per questo motivo, il mercato in uscita del Vasco è praticamente bloccato.



La cifra che il Vasco, uno dei club più indebitati del calcio brasiliano, deve a Romario si aggira sui 58 milioni di euro. A garanzia del pagamento di questa cifra sono stati posti sotto il veto di Romario i trasferimenti di Dedé, Fellipe Bastos, Eder Luis e Nilton. Praticamente i pezzi pregiati del club cruzmaltino. Romario avrebbe voluto scegliere anche Romulo e Diego Souza ma al tempo i 2 giocatori erano già in fase di negoziazione con un altro club.

Ecco spiegato quindi il motivo per cui prendere oggi i giocatori del Vasco è molto difficile. Si rischia di entrare in una bega legale complicata, anche perché non è facile trattare con Romario, specie se in ballo ci sono 58 milioni di euro.

Written by: Stefano

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *