La bottiglietta verde degli argentini e Branco

fonte: copadomundo.uol.com.br/

Nel mondiale italiano del 1990, Brasile e Argentina sono due tra le favorite per la vittoria finale ma il tabellone le mise una contro l’altra agli ottavi di finali. Si gioca a Torino, stadio Delle Alpi, in un caldo pomeriggio di fine giugno.

Il Brasile nel primo tempo parte forte prendendo una traversa con Branco. Ad ogni pausa di gioco, il massaggiatore argentino Galindez approfitta per entrare in campo e portare acqua per far dissetare Maradona e compagni. Con lui ha due bottigliette: una trasparente contenente solo acqua e un’altra bottiglietta verde con dentro un liquido contenente qualche farmaco stordente, forse sonnifero.

L’argentino Monzon per sbaglio beve dalla bottiglietta verde ma i compagni subito gli dicono di sputare. Maradona offre la bottiglietta verde a Valdo ma il giocatore rifiuta l’offerta, ma Branco si avvicina e beve dalla bottiglietta con acqua “truccata” offertagli da Giusti.

Subito dopo Branco comincia a sentirsi male, si sente intontito e poco dopo capisce il trucco degli argentini. Prova a denunciarlo all’arbitro ma non viene creduto. Negli spogliatoi dopo il primo tempo Branco riporta l’accaduto al tecnico Lazaroni e viene visitato dal medico sociale brasiliano Lidio Toledo. Si sente un po’ meglio e torna in campo per giocare il secondo tempo. Alla fine finirà 1-0 per l’argentina con gol di Caniggia.

Branco a fine partita racconta il trucco dell’acqua “avvelenata” anche ai giornalisti che non lo prendono sul serio.

Anni dopo, durante un’amichevole tra Brasile e Argentina, Ruggeri che faceva parte della spedizione argentina al mondiale ’90 confessò a Branco che la storia della bottiglietta verde era vera. La storia saltò fuori di nuovo durante una trasmissione televisiva in cui Maradona stesso raccontò l’accaduto tra le risate di tutto il pubblico. Branco, ormai in pensione, assistette a quella confessione in tv e si tolse finalmente un peso dalle spalle dopo che per tanti anni non era stato creduto da nessuno.

Questa storia è raccontata magistralmente con una infografica a fumetti sul sito UOL dedicato ai Mondiali Brasile 2014: http://copadomundo.uol.com.br/infograficos/2014/como-maradona-envenenou-branco-em-90/

2 risposte a Aneddoti Mondiali: quando Maradona “avvelenò” Branco a Italia ’90

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CalcioBrasiliano su Facebook
Segnalato da
Be Sport Network
Archivio