Thiago Silva: “no” alla presenza dei tifosi agli allenamenti della Seleção

by Stefano on

thiago silva no ai tifosi negli allenamenti

fonte: folha.uol.com.br

Nella partitella di rifinitura di sabato, prima dell’amichevole contro il Panama, Thiago Silva era schierato tra le riserve con il duro compito di marcare Neymar. In una giocata rapida il numero 10 brasiliano lo ha saltato in dribbling e lui lo ha messo giù con un fallo. Nel cadere Neymar ha gridato e dagli spalti un tifoso ha urlato :“Calma, Thiago, lascialo andare”.  Thiago Silva dal canto suo non ha reagito alle parola del tifoso ma ha riferito l’episodio più tardi in conferenza stampa.

Secondo il difensore del PSG  la presenza di stampa e tifosi agli allenamenti infastidisce, anche perché  in Europa le squadre non aprono i cancelli deglia allenamenti al pubblico e i giocatori non sono abituati.

Gli allenamenti della Seleção sono frequentati specialmente dagli sponsor (patrocinadores). La CBF ha 14 sponsor tecnici, che portano clienti e tifosi in genere ad assistere agli allenamenti. A questi si sommano i familiari degli atleti oltre che ai giornalisti.

La promessa della CBF è che a d’ora in avanti tutte queste visite (a eccezione dei familiari) saranno limitate, come anche le partecipazioni di Felipe Scolari a programmi tv.

Insomma, qualcuno tra giocatori e dirigenti comincia a capire che forse questo clima fin troppo disteso, forse per non far pesare ai giocatori la responsabilità di giocare un mondiale in casa (con l’obbligo di vincerlo) potrebbe essere un ostacolo anziché un aiuto.

Written by: Stefano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *