Elias: “Non sono omosessuale” e il caso finisce in tribunale

by Stefano on




Maicon Elias scherzo falsa notizia

Quello che era iniziato come uno scherzo finirà in tribunale. Elias, come già annunciato dal padre del giocatore nel sito “Bastidores FC”, denuncerà le persone che hanno inserito il suo nome nel caso Maicon, allontanato dal ritiro della Seleçao per “problemi interni”.

Facciamo un passo indietro. Subito dopo la partita vinta dal Brasile contro la Colombia i giocatori brasiliani hanno potuto godere di una giornata libera e sarebbero dovuti tornare sabato sera. Maicon, difensore della Roma, si è presentato con 11 ore di ritardo e per questo motivo è stato punito con l’allontamento dal ritiro della nazionale.



Gilmar Rinaldi però, nel comunicare alla stampa ha semplicemente parlato di “problemi interni” e questo ha dato inizio a una serie di speculazioni sulla decisione presa tanto che il sito umoristico brasiliano Olé do Brasil ha pubblicato la notizia, (ovviamente falsa nello stile del sito stesso) di un Maicon colto in flagrante in un rapporto omosessuale con Elias.

Doveva essere uno scherzo ma la notizia è stata presa per vera non solo da molte persone ma anche da alcune testate, anche italiane. Il giocatore del Corinthians inizialmente non ha dato peso alla cosa fino a quando le proporzioni delle voci che continuavano a circolare lo hanno convinto a passare per le vie legali.

Non sono omosessuale. Non ho niente in contrario ma che sia chiaro che non sono omosessuale, è assurdo che le persone abbiano creduto in questa cavolata”, ha dichiarato Elias che ha poi aggiunto: “All’inizio ho riso ma poi le cose hanno preso una dimensione tale che ho dovuto agire con l’unico mezzo possibile. Non sono omofobico. Posso essere contrario ma rispetto, ho grandi amici omossessuali ma io non lo sono.

Come vedete non è vero che il Brasile è il paese delle contraddizioni. La gogna pubblica è applicata sia con i razzisti che con gli omosessuali. Veri o presunti tali.

Nessun argomento correlato.

Written by: Stefano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *