Juventus-Roma vista dai giornali brasiliani

by Stefano on

tevez rigore roma

Allo Juventus Stadium domenica, come sempre per i match più importanti del campionato italiano, c’erano giornalisti provenienti da tutto il mondo, anche dal Brasile. Cronisti e commentatori che hanno visto la partita, si sono fatti una loro idea e come accade tra giornalisti avranno scambiato opinioni con i colleghi italiani. Certamente avranno letto agenzie provenienti dall’Italia, visto che spesso le indiscrezioni riportate dai giornali brasiliani indicano giornali italiani, in primis La Gazzetta dello Sport, come fonte.

Ero quindi molto curioso di sapere che idea si fossero fatti i media brasiliani di questa partita che infiamma ormai da 2 giorni gli animi di tutti, anche dei nostri politici. Mi sono detto: “Chissà se qualcuno in Brasile condividerà le opinioni del Corriere dello Sport parlando di campionato falsato”: dopotutto in Brasile le ingiustizie sportive vengono sempre sottolineate dalla stampa, basti ricordare il caso del Fluminense “salvato” dalla serie B dal tribunale sportivo.

Vado quindi a scorrere i giornali, iniziando questa rassegna stampa da Globoesporte, il sito sportivo più letto.

globoesporte_title

In una partita con 3 rigori e 3 espulsioni, la Juve batte la Roma: 3-2.
Con 2 ribaltamenti di risultato nella partita, espulsioni di Manolas e Morata e molta emozione, Bonucci decide allo scadere e lascia la squadra di Torino da sola in testa alla classifica del campionato italiano.

All’interno dell’articolo si parla di una partita degna di 2 squadre che lottano per il titolo. Senza avanzare dubbi sui rigori ma riportando le proteste dei romanisti e l’espulsione di Garcia, senza nessun cenno a possibili irregolarità sul gol di Bonucci l’articolo fa la cronaca esatta e senza prendere posizioni personali sugli episodi. Proprio come avviene in Italia.

Ma passiamo oltre, alla Folha de Sao Paulo, il più autorevole quotidiano brasiliano.

folhatitolo

Qui il titolo nemmeno accenna a rigori, espulsioni e quant’altro ma sentenzia: la Juve vince il confronto diretto con la Roma e guadagna la testa della classifica.L’articolo riporta solo i fatti: i gol, il minuto e il marcatore. Piccolo spazio solo per ricordare le espulsioni di Manolas e Morata “che si sono scambiati spintoni”.

Per sentir parlare di “polemiche” bisogna andare su ESPN Brasil.

espn

Con arbitraggio polemico, la Juventus batte la Roma e continua a punteggio pieno in testa da sola alla classifica.

Nel testo si legge che “i due rigori hanno generato le proteste degli ospiti. Nei due casi la Roma ha reclamato molto con l’arbitro Rocchi che le infrazioni SAREBBERO accadute fuori area. Ma si parla anche di proteste della Juve in occasione del rigore su Totti quando “Totti si aggroviglia con Lichtsteiner e l’arbitro vede un abbraccio nel giocatore svizzero”. Sul gol di Bonucci non viene nuovamente riportata alcuna irregolarità.

Bisogna andare su Band.com per trovare un giornalista che finalmente sembra cavalcare l’opinione delle grandi firme del giornalismo italiano.

band

L’arbitraggio solleva sospetti di favoritismo verso la Juve.
La prestazione dell’arbitro Gianluca Rocchi è stata molto contestata dalla Roma, che ha perso il “classico” (inteso come big match) per 3-2

Ma andiamo all’articolo. Innanzitutto si parla di 3 rigori dubbi, quindi anche quello assegnato alla Roma. Si ricorda che non è da oggi che la Vecchia Signora è accusata di essere favorita dagli arbitri con cenno a calciopoli e a Luciano Moggi. Il pezzo prosegue citando la Gazzetta dello Sport e il titolo Rocchi Horror Picture Show.

Andando sul racconto degli episodi la cosa più interessante è che dopo aver ricordato la polemica che c’è anche in Brasile sul fallo di mano volontario o involontario l’articolo dice testualmente: ” Rocchi ha “compensato” (il 1° rigore ndr) con un’altra decisione controversa, questa volta a favore della Roma, nel considerare che Lichtsteiner stesse cingendo Totti in una situazione a palla lontana”.

Un cenno anche al gol di Bonucci in cui si scrive che “due giocatori erano in posizione di fuorigioco e potrebbero aver dato fastidio alla visuale del portiere”. Poi vengono riportate le dichiarazioni di Garcia, Totti, Bonucci e Marotta e persino di Tavecchio che si pronuncia sull’uso della tecnologia.

Insomma, alla fine i giornali brasiliani – ed esteri, in generale – danno una visione più equlibrata e meno sguaiata di quello che è successo in campo. Nessun riferimento a campionati falsati, a rapine, furti e complotti.

Mi verrebbe da dire “mai na gioia”: ma come lo traduco ai miei amici brasiliani?

Written by: Stefano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *