Calciomercato

david neres giovane attaccante brasiiliano

Il Sao Paulo ha definito poche ore fa la vendita all’Ajax del giovane attaccante David Neres per 15 milioni di euro. A soli 19 anni Neres è già considerato uno dei giocatori brasiliani più promettenti e la cifra a cui è stato venduto lo dimostrerebbe. Nonostante abbia giocato appena 8 partite come professionista col Sao Paulo, segnando 3 gol, la volontà del baby fenomeno brasiliano è quella di lasciare il Tricolor paulista per affermarsi in Europa.

L’Ajax storicamente non ha mai speso così tanto per un calciatore brasiliano, eccezion fatta per Marcio Santos, difensore fortemente voluto da Van Gaal nel 1996 e Wamberto, giocatore dello stato del Maranhao, che vesti la maglia del club olandese negli anni 2000.

Il Sao Paulo inoltre manterrà il 20% del contratto di David Neres il che porterebbe un incasso extra in caso l’Ajax rivendesse il giovane attaccante brasiliano nel mercato internazionale.

La vendita di David Neres, metterebbe fine alle voci di mercato su Luiz Araujo altra giovane promessa che dovrebbe rimanere in Brasile, ma ci sono ancora chance per la Juventus di mettere le mani su Lyanco.

Per Rodrigo Caio, più volte accostato alla Lazio, il Sao Paulo dice di non aver ricevuto alcuna proposta ufficiale.

Juve: piace Lyanco, giovane difensore del Sao Paulo.

by Stefano on

chi è lyanco brasiliano juventus

Il Sao Paulo ha ricevuto un’offerta di 5 milioni di euro da parte della Juventus per assicurarsi il giovane difensore brasiliano Lyanco. La proposta ora è nelle mani del presidente del club di Morumbi che detiene l’80% dei diritti economici del giocatore ma l’agente di Lyanco ha riferito al sito GloboEsporte che il Sao Paulo è pronto a rilanciare una controproposta al club italiano.

I tifosi della Juventus nel frattempo si chiedono: Chi è Lyanco? sarà un talento o una delle soliti presunti fenomeni che arrivano dal Brasile? Innanzitutto il giocatore ha passaporto serbo in quanto il nonno, Jovan Vojnovic, nato nell’ex Jugoslavia si trasferì in Brasile quando aveva appena 7 anni.

Mercato: il Coritiba vuole riportare Kakà in Brasile

by Stefano on

Coritiba Kakà

Il Coritiba ha presentato un’offerta per riportare Kakà in Brasile. L’ex fantasista del Milan e della nazionale brasiliana è in scadenza di contratto con l’Orlando City squadra della MLS dove gioca Kakà.

Gli obiettivi di calciomercato del Coritiba sono i grandi giocatori brasiliani che hanno fatto la fortuna della Seleçao con l’intenzione di attrarre maggiori introiti dagli sponsor.

Juliano Belletti, vice-presidente delle relazioni internazionali del club si sta muovendo sul mercato e ha già contattato oltre che Kakà anche Ronaldinho Gaucho.

Altre squadre ci avevano provato a riportare Kakà in Brasile ma senza successo. Il centrocampista ha ascoltato l’offerta del Coritiba ma ha risposto che rimarrà negli USA fino a fine contratto con l’Orlando City.  Kakà, all’età di 34 anni potrebbe voler chiudere la carriera in un club brasiliano e per questo il Coritiba non mollerà.

Ronaldinho invece è senza squadra da quando ha lasciato il Fluminense nel settembre 2015.

La strategia del Coritiba, secondo Belletti, è aumentare grazie all’acquisto di giocatori come Kakà e Ronaldinho il valore di marketing della maglia, potendo attrarre quindi sponsor importanti oltre che incrementare i biglietti e gli abbonamenti.

Palmeiras vs Corinthians: che duello sul mercato!

by Stefano on

drogba corinthians

A gennaio in Brasile è periodo di calciomercato. Per la nuova stagione che sta per iniziare, prima con i campionati statali e poi con il Brasileirao 2017, i club brasiliani iniziano a presentare i nuovi acquisti. Il Palmeiras, vincitore dell’ultimo campionato brasiliano,  è una delle squadre brasiliane più attive sul mercato: prima l’arrivo di Felipe Melo dall’Inter, già entrato nei cuori dei tifosi. Oggi è stato il turno di Michel Bastos, anche lui transitato in Italia senza lasciare segno nella Roma, ma in Brasile legato soprattutto alla maglia dei rivali del Sao Paulo.

Durante la conferenza stampa, il giocatore ha dovuto rispondere alle tante domande dei cronisti sul suo passato con la maglia del tricolor paulista. Michel Bastos è tornato del difficile rapporto con la tifoseria organizzata che è arrivata a minacciarlo e aggredirlo. L’ex Sao Paulo ha anche avuto parole di stima nei confronti del suo nuovo compagno Felipe Melo con cui ha giocato nel Gremio oltre che nella Seleçao Brasiliana.

Il Corinthians tenta il colpo Drogba

Se il Palmeiras si rinforza, i rivali del Corinthians non stanno a guardare. Per tornare a essere competitivi nel Brasileirao e in Copa Libertadores, dalla Turchia è arrivato Kazim, ex compagno di Felipe Melo nel Galatasaray. Nonostante l’amicizia tra i due, il turco ha promesso di usare le maniere dure quando si incontreranno da avversari sul campo.  Oltre a Kazim, il sogno dei tifosi del Corinthians è l’acquisto di Didier Drogba, un affare che potrebbe delinearsi nelle prossime ore.

Il giocatore della Costa d’Avorio che è libero sul mercato ha già accettato i termini proposti dal Corinthians, circa 150 mila dollari al mese, ora si aspetta l’ok della dirigenza perché un emissario del club si rechi a Londra per portare a termine la trattativa. Didier Drogba, che nelle ultime 2 stagioni ha giocato con l’Impact Montreal, se tutto andrà bene, potrebbe essere un giocatore del Corinthians già da questo fine settimana.

Fred lascia il Fluminense, le ragioni di un addio.

by Stefano on

fred addio fluminense

Sette anni e tre mesi di allegria, tristezza, molte polemiche e molti gol. Così GloboEsporte sintetizza l’addio di Fred al Fluminense. Un addio nell’aria da diversi mesi e che si è ufficialmente concretizzato nella notte di ieri.

Dopo una rapida negoziazione con l‘Atletico-MG, è stato lo stesso presidente della squadra mineira Daniel Nepomuceno ad annunciare via Twitter l’arrivo dell’attaccante. La cessione di Fred porterà nelle casse del Flumninense circa 1,5 milioni di dollari, ma soprattutto alleggerirà moltissimo (800 mila reais\mese) il monte ingaggi pagato dal club di Laranjeiras.
Quali i reali motivi dell’addio? In primo luogo un aumento richiesto dal giocatore ad inizio anno e negato dai vertici del club. Ma c’è anche il difficile rapporto con il tecnico Levir Culpi e un ruolo di leader che non veniva più riconosciuto nello spogliatoio.

Ovviamente l’addio di Fred ha diviso la tifoseria (e qualche membro della dirigenza). Dal punto di vista finanziario sembrava una cessione inevitabile visto che, dopo la fine del matrimonio con Unimed e i ritardi nei pagamenti della Viton 44 nel 2015, da marzo il Fluminense è ancora a caccia un main sponsor.

Per quanto Fred resterà un idolo della torcida, il suo apporto in campo non era più quello di un tempo. Dopo la lite con il tecnico Levir Culpi, nessuno si era mostrato contrario ad un probabile allontamento del capitano. L’individualismo, i reclami eccessivi infatti non erano molto ben visti anche se l’impegno di Fred nelle ultime partite non è mancato, tanto che i suoi compagni hanno detto che “ha corso più del normale”.  L’ultimo gol lo ha messo a segno contro il Botafogo, lo scorso 29 maggio.

 

Alisson, definita la data del suo arrivo in Italia.

by Stefano on

alisson nuovo portiere roma

Ultimi giorni in Brasile per Alisson, portiere titolare della nazionale brasiliana e capitano dell’Internacional. In una intervista al giornale Zero Hora, il suo agente José Maria Neis ha confermato che Alisson arriverà a Roma il 1° luglio, data in cui verrà presentato dalla As Roma e potrà raggiungere il ritiro con i suoi nuovi compagni di squadra.

Prima di partire Alisson disputerà le finali del campionato gaucho contro la Juventude, molto probabilmente saranno gli ultimi due match con la maglia dell’Internacional. Danilo Fernandes, il suo sostituto dovrebbe essere presentato al Beira-Rio dopo la finale del campionato pernambucano.

In teoria, Alisson dovrebbe essere disponibile per disputare le prime due giornate del Brasileirao 2016 con l’Internacional ma la sua presenza non è ancora stata confermata dalla commissione tecnica del Colorado. A seguire Alisson si aggregherà alla Seleção brasiliana per disputare la Copa America Centenario negli Stati Uniti dal 3 al 26 giugno.

In prima squadra nell’Internacional dal 2013, Alisson ha conquistato 3 campionati gauchos ma è diventato titolare solo dalla seconda metà del campionato brasiliano 2014, conquistando la convocazione in nazionale soprattutto per le prestazioni in Libertadores.

Calleri, il São Paulo ha il suo nuovo idolo.

by Stefano on

Calleri Sao Paulo

Con 7 gol in Libertadores, l’attaccante argentino eguaglia idoli della torcida del São Paulo come Raì, Luis Fabiano e Adriano. Non solo: la sua media gol nella competizione internazionale è la migliore nella storia del São Paulo.

All’inizio della sua avventura nel tricolor paulista in pochi avrebbero scommesso che Jonathan Calleri avrebbe raggiunto numeri impressionanti dopo sei partite in Libertadores. Con 7 gol, è tra i 10 maggiori marcatori della storia del club. L’importanza dell’attaccante nella squadra paulista è tale che, nell’ultima partita, Paulo Henrique Ganso ha chiesto al tecnico Edgardo Bauza di sostituirlo per evitare che venisse espulso visto le continue provocazioni dei giocatori del River Plate nei suoi confronti (Calleri è un ex Boca Juniors).

L’impatto di Calleri nel Sao Paulo è stato così grande che i vertici del club stanno negoziando la possibilità di estendere il contratto di prestito che scade il 30 giugno al termine del quale il giocatore (che ha passaporto italiano) dovrebbe trasferirsi in Europa, con Inter e Roma già sulle sue tracce.

Internacional: l’obiettivo è Nico Lopez dell’Udinese

by Stefano on

Nico Lopez Internacional

(Foto: Site Oficial/ Nacional-URU)

Nico Lopez è il nuovo obiettivo dell’Internacional de Porto Alegre per rinforzare l’attacco in vista dell’inizio del Brasileirao 2016. Dopo essere stato a lungo inseguito dal Palmeiras, l’attaccante uruguaiano di 22 anni di proprietà dell’Udinese ma in prestito al Nacional-URU è stato scelto dai vertici del Colorado per riempire il posto lasciato da D’Alessandro tornato in Argentina.

Il club di Porto Alegre dovrebbe inserire nell’offerta all’Udinese anche alcuni giocatori che fanno attualmente parte della rosa dell’Internacional. Se la trattativa dovesse andare in porto, Nico Lopez potrebbe giocare per l’Internacional solo a partire da fine giugno poiché la finestra di trasferimenti internazionali per il campionato brasiliano apre il 20 giugno.

Fonte: esporte interativo