Coritiba

derby atletico-pr e coritiba annullato

Ieri all’Arena da Baixada di Curitiba è accaduto un fatto storico. Le squadre dell’Atletico-PR e Coritiba, scese in campo per disputare il derby nel campionato paranaense si sono rifiutate di giocare per protesta contro la FPF (Federação Paranaense de Futebol) con cui le due squadre sono in disputa per motivi legati ai diritti tv.

Senza trovare un accordo con l’emittente tv che trasmette le partite del campionato paranaense, Atletico e Coritiba avevano deciso di trasmettere la partita sui loro canali Youtube e sulle rispettive pagine Facebook. Ma su ordine della FPF l’arbitro non ha potuto dare il fischio di inizio che era fissato alle 17 ora locale. Dopo 40 minuti di caos e discussioni, le squadre hanno ringraziato il pubblico e sono uscite dal campo.

Per capire meglio quanto accaduto occorre fare un passo indietro. Atletico-PR e Coritiba, squadre della stessa città e quindi storici rivali (immaginate Lazio e Roma) sono al contrario unite per una battaglia epocale contro i poteri forti del calcio brasiliano, l’egemonia di Globo TV e la spartizione non equa – secondo i due club – dei diritti televisivi.

Atletico-PR e il Coritiba non hanno quindi venduto i diritti di trasmissione delle loro partite nel campionato paranaense alla RPC, affiliata del gruppo Rede Globo in Paranà, con la motivazione che l’offerta economica era troppo basso.

I due club sono gli unici a essere fuori dall’accordo con la Globo per la cessione dei diritti tv, motivo per cui quest’anno hanno abbandonato anche la partecipazione alla Primeira Liga, competizione nata per volere di alcuni club, ma che secondo le due società paranaensi vede una spartizione econonomica squilibrata a favore delle squadre carioca.

La questione arriverà questa settimana all’attenzione del Tribunale di Giustizia Sportiva che dovrà valutare se punire in qualche modo i due club perl’annullamento della partita di ieri.

Coritiba Kakà

Il Coritiba ha presentato un’offerta per riportare Kakà in Brasile. L’ex fantasista del Milan e della nazionale brasiliana è in scadenza di contratto con l’Orlando City squadra della MLS dove gioca Kakà.

Gli obiettivi di calciomercato del Coritiba sono i grandi giocatori brasiliani che hanno fatto la fortuna della Seleçao con l’intenzione di attrarre maggiori introiti dagli sponsor.

Juliano Belletti, vice-presidente delle relazioni internazionali del club si sta muovendo sul mercato e ha già contattato oltre che Kakà anche Ronaldinho Gaucho.

Altre squadre ci avevano provato a riportare Kakà in Brasile ma senza successo. Il centrocampista ha ascoltato l’offerta del Coritiba ma ha risposto che rimarrà negli USA fino a fine contratto con l’Orlando City.  Kakà, all’età di 34 anni potrebbe voler chiudere la carriera in un club brasiliano e per questo il Coritiba non mollerà.

Ronaldinho invece è senza squadra da quando ha lasciato il Fluminense nel settembre 2015.

La strategia del Coritiba, secondo Belletti, è aumentare grazie all’acquisto di giocatori come Kakà e Ronaldinho il valore di marketing della maglia, potendo attrarre quindi sponsor importanti oltre che incrementare i biglietti e gli abbonamenti.

Nonostante la sconfitta per 3-2 in questa partita di ritorno,  forte dell’1-0 maturato all’andata, il Vasco ha potuto alzare al cielo la coppa.

Sono stati 8 anni, 2 mesi e 18 giorni di tremenda attesa per la tifoseria vascaina. La conquista del campionato carioca nel 2003 è stata l’ultima vittoria del Vasco in una competizione ufficiale. Così, al triplice fischio finale dell’arbitro Salvio Spinola, dopo 90′ minuti di sofferenza nella gelida notte di Curitiba, la torcida cruzmaltina è potuta esplodere in tutta la sua allegria e felicità.

Il termometro segnava 10 gradi ma il calore della festa ha scaldato tutti, dentro e fuori lo stadio. Dopo aver passato anni difficili che hanno visto il Vasco sprofondare anche in serie B, il club di San Januario torna a esprimersi ai livelli delle squadre di elite del calcio brasiliano.

Continua a leggere

Si giocano domani le gare di ritorno delle 2 semifinali di Copa do Brasil. Il Vasco affronterà a Florianopolis l’Avaì mentre il Coritiba riceve in casa il Cearà.

Avaí – Vasco

Il Vasco, favorito alla conquista del torneo in quanto squadra più blasonata, è atteso da un match pieno di insidie. A complicare il cammino della formazione carioca, oltre al pareggio per 1-1 nella gara di andata al San Januario ci sarà il clima infuocato della Ressacada.

L’Avaí si è dimostrata la vera sorpresa di questa competizione elimando squadre del calibro di Botafogo e Sao Paulo. Per il Vasco sarà importante entrare in campo con determinazione, cercando di segnare prima possibile. Dal suo canto, la formazione catarinense sarà sicuramente decisa a mantere il vantaggio del gol siglato in trasferta. Continua a leggere

6 partite oggi tra cui i due big matchi tra Gremio e Corinthians e Fluminense e Sao Paulo chiudono la prima giornata di campionato brasiliano. Vediamo formazioni e pronostici di tutte le gare.

Palmeiras – Botafogo

Le due squadre hanno avuto un inizio di stagione ben al di sotto delle aspettative. Oggi alle 16 (alle ore 21:00 in Italia) si affrontano al Teixeirao di San José do Rio Preto per cercare il riscatto nel Brasileirao 2011.  Il Palmeiras vuole dimenticare le eliminazioni traumatiche in semifinale del Paulista contro il Corinthians e nella Copa do Brasil quando subì il 6-0 del Coritiba. Il tecnico Felipe Scolari avrà 5 giocatori indisponibili tra cui il “mago” Valdivia e Lincoln ma recupera il laterale destro Paulo Henrique.

Il Botafogo non vive una situazione molto differente nonostante l’esonero di Joel Santana e la guida tecnica affidata a Caio Junior. Nel campionato carioca ha perso nella semifinale di Coppa Guanabara contro il Flamengo e nemmeno si è classificato per la Coppa Rio. Nella Copa do Brasil è stato eliminato per mano dell’Avai negli ottavi.  Nel Botafogo sicure le assenze degli squalificati Loco Abreu e Hererra. Botafogo imbattuto contro il Palmeiras dal 2006 Continua a leggere

Stasera si giocano le gare di andata delle semifinali della Copa Brasil. La prima semifinale vede scendere in campo Ceará e Coritiba, squadre rivelazione del torneo che hanno eliminato rispettivamente Flamengo e Palmeiras.

Allo stadio Presidente Vargas di Fortaleza si affronteranno due squadre che hanno evidenziato uno stato di forma simile sin dall’inizio della stagione. Entrambe hanno vinto i rispettivi campionati statali vincendo i due gironi, anche se il Coritiba finora è imbattuto mentre il Cearà è stato sconfitto 3 volte durante la stagione pur vincendo la finale del cearense battendo per 5-0 il Guarany. Continua a leggere

CalcioBrasiliano su Facebook
Segnalato da
Be Sport Network
Archivio