Dedé

Il Vasco vende Dedé, conteso tra club brasiliani e europei

by Stefano on

Dedé in vendita

fonte: netvasco.com.br

Il forte difensore centrale del Vasco da Gama, già nel giro della Seleção  è sul piede di partenza. A causa della crisi economica del club carioca, anche lui che è il capitano e idolo della tifoseria potrebbe lasciare presto il San Januario come già fatto da altri compagni di squadra.

Dedé è considerato uno dei pezzi pregiati di questo mercato e Corinthians e Santos stanno facendo pressione per accaparrarselo. Il Vasco può fare poco per trattenerlo e né può avanzare richieste economiche esagerate come accaduto per altri giocatori brasiliani, vedi Paulinho, Lucas o Neymar.

Il Vasco infatti detiene il 45% dei diritti economici di Dedé. Il restante è diviso tra la Lega Partecipazioni e Intermediazioni che possiede (45%) e la Ability (10%). Secondo il contratto firmato dalle parti il Vasco è obbligato a vendere il giocatore di fronte a un’offerta di almeno 7 milioni di euro, pur avendo diritto di esercitare una preferenza sulla società a cui vendere.

Si tratta dunque di cifre non astronomiche per un giocatore forte e giovane (25 anni) di grandi prospettive anche se viene da una stagione negativa (infortuni e rendimento della squadra. Il Vasco, approfittando della finestra di mercato invernale in Europa, vorrebbe cederlo all’estero per non rinforzare ulteriormente due dei prossimi rivali nel Brasileirao 2013.

L’intenzione del direttore generale del club carioca, Cristiano Koehler, è vendere Dedé a un prezzo superiore di quello indicato nella clausola e in Europa ci sono sicuramente dei top club con disponibilità superiori in grado di garantire al Vasco per lo meno 10 milioni di euro.

Conta anche la volontà del giocatore. Tanti brasiliani stanno decidendo di rimanere in patria per avere maggiori possibilità di giocare in vista della prossima coppa del mondo 2014. Per questo il Santos spera anche nell’amicizia tra Dedé e Neymar per poter arrivare al giocatore.

E i club italiani? La Juve si era già mostrata interessata a Dedé in passato ma potrebbe essere il Milan, che ha più emergenza nel reparto difensivo e storicamente attivo nel mercato brasiliano, a farsi avanti con un’offerta per il difensore. Attenzione anche all’Inter dopo aver ceduto Sneijder è tornata alla carica per Paulinho e potrebbe fare un bliz a Rio per il difensore.

Ecco perché il Vasco non può vendere Dedé

by Stefano on

fonte: sambafoot.com

Sembra strano che tra tante voci di mercato non sia circolato il nome del forte difensore centrale del Vasco, Dedé. Tempo addietro si parlava di un interesse della Juventus e del Milan ma poi non se ne fece niente. Strano che a lui si preferiscano i vari Castan, Marquinhos e Rhodolfo visto che Dedé sarebbe sicuramente il rinforzo ideal per tanti club italiani ed europei in genere.

La verità è che l’interesse per il giocatore non manca, ma il Vasco non può venderlo. O meglio, non può venderlo senza il permesso di Romario. Si, proprio Romario, l’ex attaccante del Vasco e della seleção brasiliana. Il giocatore ha vinto una causa legale per un debito non pagato dal club che come garanzia di pagamento è stato costretto a “ipotecare” alcuni tra i suoi migliori giocatori. Per questo motivo, il mercato in uscita del Vasco è praticamente bloccato.

“Dedé al Milan”: così parlò Serginho

by Stefano on

fonte:vasco.com.br

Serginho, ex laterale del Milan, squadra per cui attualmente ricopre il ruolo di consulente tecnico, ha confermato l’interesse del club rossonero per Dedé. Il difensore del Vasco da Gama è un concreto obiettivo di mercato per la prossima stagione e il suo arrivo è sicuramente all’affare Thiago Silva. Se Galliani, ma soprattutto Berlusconi, dovessero cedere alle offerte allettanti provenienti soprattuto dal PSG allora il Milan si concentrerebbe sul 25enne forte centrale del Vasco.

Serginho ha dichiarato in una intervista esclusiva a Super Radio Tupì che: “Dedé è un giocatore seguito da tutti i grandi club europei. Da un po’ sono in questa missione, lui è uno dei nomi nel mio taccuino”. Per assicurarsi “o Mito”, il Milan dovrà muoversi in fretta perché la concorrenza anche di altre squadre italiane, come Roma, Inter e Juventus è forte.

Tutti vogliono Dedê, difensore centrale del Vasco

by Stefano on

Che settimana per il difensore centrale del Vasco da Gama.

Dopo essere stato protagonista contro l’Universitário-PER in Copa Sudamericana segnando 2 gol nell’incredibile rimonta finita 4-2, Dedê è stato decisivo anche nel derby contro il Botafogo, partita valida per il  34° turno del Brasileirão.

Con il Vasco in vantaggio per 1-0 ma in 10 uomini per l’espulsione di Romulo,  Dedê ha chiuso i conti nel 2° tempo mettendo a segno il 2-0 finale.  Grazie a questa vittoria, il Vasco continua a rimanere ancorato al primo posto in classifica a pari merito con il Corinthians.

Le notizie sulle ultime prestazioni del roccioso difensore di 24 anni (che già avevo segnalato in questo post) sono giunte in Europa dove il giocatore è seguito già da tempo dai grandi club.

Vasco, è crisi: terza sconfitta consecutiva

by Stefano on

La terza giornata del campionato carioca 2011 ha visto l’ennesima sconfitta pesante del Vasco,  battuto 3-1 dal Boavista.

Gli esperti di calcio in Brasile parlando di crisi senza via d’uscita per la squadra “cruzmaltina”, una delle più blasonate del calcio brasiliano. Mancano i risultati ma anche il gioco e appare ormai insanabile il rapporto tra alcuni giocatori chiave come Carlos Alberto e la dirigenza e tra i tifosi e il tecnico Pc Gusmao.

Va sottolineata anche la pessima prestazione di Dedé, difensore centrale del Vasco, visto che si parla di lui in questi giorni di calcio mercato e il suo nome era stato accostato a diverse squadre italiane.

Se a San Januario si contesta, si festeggia invece a Laranjeiras, quartier generale del Fluminense. La squadra tricolore vince 3-1 contro il Macaé. Grande protagonista della serata é l’attaccante Souza che tornava dopo la squalifica rimediata nella prima giornate ed è stato autore di una doppietta.

Guarda tutti i gol della 3° giornata del campionato carioca 2011