Fluminense

libro fluminense

fonte: netflu.com.br

Questo sabato, presso la sede storica del Fluminense a Laranjeiras (Rio de Janeiro) sarà presentato un libro intitolato “Nós somos a História” (Noi siamo la Storia). Il volume che racconta i fatti e le curiosità più importanti dei 100 anni di storia del club carioca e del rapporto  con la nazionale brasiliana. Nel giorno della presentazione, nella tribuna d’onore dello stadio das Laranjeiras, l’ingresso sarà gratuito per tutti i tifosi che vorranno acquistare il libro che però costerà 70 reais (circa 22 euro).

I tifosi presenti però potranno anche scattare una foto con il pallone usato per la prima partita dalla Seleçao e conservato nello stadio, che è il più antico di Rio de Janeiro. Sabato sarà anche la vigilia della partita amichevole con l’Italia, che vedrà presenti giocatori del passato e del presente del Fluminense.

Firmato da Dhaniel Cohen, Heitor D’Alincourt e Carlos Santoro, “Nós somos a História” sarà il quinto libro pubblicato dal Fluminense dal 2012.

Vasco e Fluminense, valzer di panchine

by Stefano on

Dorival Junior e Luxemburgo esonerati

fonte: lancenet.com.br

Valzer di panchine nel Vasco e nel Fluminense. I due grandi club vivono un momento di grande difficoltà e corrono il rischio di finire in Serie B.

Il cammino del Vasco appare il più complicato, specie dopo la sconfitta nello scontro salvezza con il Ponte Preta. Dopo l’ennesima partita deludente i vertici della società hanno esonerato Dorival Junior affidando il comando della squadra a Adilson Batista. Il nuovo tecnico pare sia intenzionato a stravolgere le gerarchie all’interno dello spoglatoio, ad esempio ridando una maglia da titolare al portiere Diogo. La missione di Adilson è difficilissima: mai come quest’anno il Vasco ha una rosa che non sembra all’altezza della serie A pur avendo messo in mostra alcuni ottimi giovani. Ma i contrasti interni, la crisi finanziaria del club e la mancanza di organizzazione hanno portato il glorioso club a sprofondare nella crisi.

Anche il Fluminese, a soli 3 punti dalla zona retrocessione, rischia grosso. Le voci che arrivano da Laranjeiras, anche se non ufficiali, dicono che Luxemburgo non è più l’allenatore e si sta configurando il clamoroso ritorno di Abel Braga. Secondo il giornalista di Radio Tupì, Wilson Pimentel, il tecnico potrebbe far ritorno al tricolor carioca dopo appena 3 mesi dal suo esonero. Altro nome caldo per la panchina del Fluminense é Caio Jr. Si attendono news ufficiali del club nelle prossime ore.

 

Pillole di Calciomercato: Felipe Melo al Flamengo?

by Stefano on

felipe melo

La dirigenza del Flamengo sta studiando la possibilità di riportare Felipe Melo in Brasile, visto che il giocatore ha recentemente manifestato la volontà di tornare in patria. In procinto di lasciare il Galatasaray, il centrocampista interessa anche al Sao Paulo. La Juventus, società che ancora detiene il cartellino del giocatore, difficilmente lo tratterrà mas spera di incassare intorno agli 8 milioni

Ufficiale: Reginaldo al Vasco. Trovato l’accordo tra il club carioca e il Siena. L’attaccante lascia l’Italia e torna in Brasile per vestire la maglia del Vasco da Gama.

Un altro brasiliano potrebbe lasciare l’Italia e tornare in patria. Si tratta del difensore centrale della Lazio André Dias. Anche in questo caso, sulle tracce del giocatore c’è il Flamengo.

Il Ceará ha dato via libera per il trasferimento del difensore Rafael Vaz al Vasco, che dopo l’attacco prova a rinforzare anche la difesa.

Nilmar del Villareal interessa al Fluminense. Nel 2004 l’attaccante è passato dall’Internacional al Lione per una cifra introno ai 44 milioni di reais (circa 18 milioni di euro). In partenza nel Fluminense è Carlinhos, probabile destinazione il Galatasaray.

samuel fluminense

fonte: portalfluminense.com.br

Con Wellington Nem in partenza, il Fluminense ha deciso di puntare sul talento dei suoi giovani. In particolare il club carioca ha rinnovato i contratti degli attaccanti Samuel e Robert Kenedy.

Samuel, 22 anni, ha prolungato fino a dicembre 2016. Arrivato nel Fluminense nel 2001, direttamente dalle giovanili dell’Internacional di Porto Alegre, si è messo in luce nell’ultimo campionato quando è entrato al posto di Fred.  Il tricolor carioca ha deciso di offrirgli il rinnovo in seguito alle voci su un interesse per il giocatore da parte di club dell’est europeo, proprio come accaduto per Wellington Nem prossimo a trasferirsi allo Shakhtar Donetsk.

Oltre a rinnovare con Samuel, il Fluminense ha promosso in prima squadra il baby Robert Kenedy. Il ragazzo di 17 anni ha avuto un prolungamento fino a febbraio 2016 con una clausola di rescissione più elevata per tenere lontani gli “assalti” dei club europei.

Fluminense, premio scudetto confiscato!

by Stefano on

 

Il tempo dei festeggiamenti è durato poco in casa del Fluminense, vincitore del campionato brasiliano 2012. I dirigenti della squadra non hanno avuto nemmeno il tempo di pensare a come investire il premio di 9 milioni di reais spettante ai campioni della competizione che 3 milioni sono stati immediatamente pignorati dal fisco brasiliano.

Il club carioca infatti paga l’indebitamento accumulato nella gestione di Roberto Horcades nel periodo 2007-2010. A seguito della confisca di parte della vincita il Fluminense si è visto costretto a posticipare il pagamento dello stipendio di una parte dei suoi giocatori.

Curiosamente, i calciatori con i contratti più onerosi sono quelli che non sono stati toccati dal problema, visto che il loro vincolo è con la Unimed, principale sponsor del club. Il ritardo nei pagamenti coinvolge invece gli atleti “meno famosi”, quelli delle giovanili e dei funzionari del club.

Il presidente Peter Siemsen ha convocato per oggi una riunione con gli investitori del club per decidere come affrontare la situazione. Una soluzione potrebbe essere quella di cedere in prestito alcuni giocatori in modo da recuperare parte degli stipendi arretrati.

 

fonte: aindahoje.com

Ieri sera il 21enne Samuel ha regalato 3 punti importantissimi al Fluminense segnando il gol della vittoria sullo Sport. L’idolo del giovane attaccante é Fred ma nell’esultanza si è ispirato all’italiano Mario Balotelli.

Dopo aver trasformato in gol una bella girata su cross dalla sinistra, Samuel si è tolto la maglietta mostrando i muscoli proprio come Balotelli fece nella semifinale dell’Europeo contro la Germania.

È stato un gol molto importante e per questo mi sono entusiasmato tanto” ha spiegato Samuel, che poi è stato ammonito dall’arbitro per eccesso di esultanza.

Finali degli Estaduais, aspettando il Brasileirao 2012

by Stefano on

Ritorno a scrivere su questo blog dopo qualche mese di pausa in cui non mi sono affatto allontanato dal calcio brasiliano. Al contrario, oggi ho l’opportunità di seguirlo ancor più da vicino ma questo potete leggerlo nella sezione Chi Sono, appena aggiornata.

Parliamo delle finali del campionato paulista e del campionato carioca, ovvero gli eventi principali di questo fine settimana. Dal punto di vista del pronostico, non c’è molto da dire. Sia il Santos che il Fluminense hanno chiuso i giochi già nelle gare d’andata rispettivamente contro Guarani e Botafogo.

Il Santos è sicuramente la squadra brasiliana e sudamericana più in forma del momento. Con un Neymar in condizione stratosferica, la formazione bianconera ha “asfaltato” tutti gli avversari incontrati sul proprio cammino, basti guardare l’8-0 inflitto al Bolivar in Copa Libertadores. Il pericolo, come ricordato dal tecnico Muricy Ramalho,  è proprio l’eccesso di entusiasmo. Tutti i giocatori vogliono giocare e nessuno vuole limitarsi ma la dirigenza non vuole rischiare infortuni a pochi giorni dall’inizio del Brasileirao 2012.

Infortuni che hanno già colpito il Fluminense che domani scenderà in campo senza il suo capocannoniere Fred, infortunatosi proprio in Libertadores. Tra gli indisponibili per domani anche la rivelazione del campionato carioca, Wellington Nem. Il 19enne del Fluminense è sicuramente uno dei giovani talenti del calcio brasiliano da seguire. Per fortuna il suo infortunio non è serio e dovrebbe recuperare per la sfida contro il Boca Junior.

 

Campionato brasiliano: riecco il Fluminense!

by Stefano on

Nel campionato brasiliano può succedere di tutto. Anche che il Fluminense, che sembrava tagliato fuori dal discorso scudetto, possa  tornare prepotentemente tra le candidate al titolo. Succede perché Corinthians, Vasco e Botafogo che formavano il terzetto di testa hanno perso nell’ultima giornata e il Fluminense è andato a cogliere un’importantissima vittoria in casa dell’Internacional.

A far scalpore è stata soprattutto la sconfitta del Corinthians contro l’America-Mg, ultimo in classifica e con pochissime speranze di salvezza. In una partita dall’arbitraggio discutibile il Timao ha perso 2-1 subendo un gol da calcio piazzato proprio al 90′. La caduta del Vasco sul campo del Santos era più pronosticabile ma ha colpito l’atteggiamento svogliato e superficiale con cui la formazione cruzmaltina è scesa in campo. Il Vasco ha lasciato voragini tra centrocampo e difesa concedendo ripartenze letali al Santos e solo l’imprecisione o la leziosità sotto porta di Neymar e compagni hanno fatto si che il risultato finale non fosse più rotondo.