Inter

Rafael, portiere del Santos conteso tra Roma e Inter

by Stefano on

rafael

fonte: gazetaesportiva

Sembrava ormai tutto fatto tra la Roma e Rafael, giovane portiere del Santos. Ma nella trattativa si è inserita anche l’Inter che ha messo sul piatto 5 milioni di euro.

Rafael ha un contratto con il Santos fino ad agosto 2014. La dirigenza del club brasiliano si riunirà oggi per decidere a chi affidare la guida tecnica della squadra dopo le dimissioni di Muricy Ramalho ma anche per discutere della posizione del portiere Rafael. L’impressione è che il club voglia monetizzare subito quindi l’offerta dell’Inter è gradita. Vale però ricordare che il Santos detiene il 70% dei diritti economici del giocatore. Il restante è diviso tra Teisa (gruppo di investimenti) e lo stesso Rafael.

Altre notizie di mercato dal Brasile

  • Il difensore del Ponte Preta, Cleber, piace al Corinthians.  Anche il Sao Paulo ha fatto un tentativo per acquistarlo ma senza successo.
  • Luis Fabiano potrebbe andare all’Olympiakos. A Sao Paulo si sono stufati del suo carattere rissoso. L’ultimo litigio con i compagni nello spogliatoio durante la partita persa 1-0 con il Goias.
  • Fuori dai piani del Palmeiras, Maikon Leite è un obiettivo di mercato del Goias ma l’attaccante piace anche a Vasco e Portuguesa.

Paulinho aspetta una “buona offerta” dell’Inter

by Stefano on

Paulinho Seleçao

fonte: ahebrasil.com.br

Il centrocampista del Corinthians Paulinho, è tornato a parlare dell’Inter dal ritiro della nazionale. Già da tempo oggetto del desiderio del presidente Moratti, il giocatore ha ribadito di stare bene in Brasile e ha avvisato: “chi mi vuole deve presentarsi con una buona offerta”.

Di certo il valore di questa “buona offerta” continua a salire viste le prestazioni di Paulinho sia con la maglia del Corinthians che con quella verdeoro della Seleção. Ma il giocatore ammira comunque l’Inter: “club famoso in tutto il mondo, dove hanno giocato Ronaldo, Julio Cesar, Lucio e Maicon. A chi non piacerebbe vestire la maglia dell’Inter? Non è un problema se non hanno alzato un trofeo quest’anno, sono pronti alla rivincita, stiamo parlando di una squadra che qualche anno fa ha vinto tutto”.

I primi contatti per Paulinho sono iniziati l’anno scorso, il giocatore è stato vicino al trasferimento in Italia a gennaio ma poi l’affare è saltato.

fonte:livejournal

E alla fine l’Inter (di Milano) ha ufficializzato la proposta economica per Paulinho, centrocampista del Corinthians già seguito dalla Roma. Il valore si aggira intorno gli 8,5 milioni di euro, cifra che sarebbe piaciuta ai rappresentanti dell’atleta.

Nell’affare il Corinthians c’entra poco: i diritti economici sul cartellino di Paulinho sono divisi tra Audax (45%) e BMG (45%) e il restante 10% appartiene al Bragantino, squadra di serie B. Al Corinthians resta un 10% chiamato “diritto di vetrina” ovvero una percentuale dovuta alla valorizzazione avuta dal giocatore nel periodo che ha vestito la maglia del Corinthians.

E la vittoria della Libertadores, in cui spesso Paulinho è stato decisivo, è stata una bella vetrina. Tanto da far muovere i dirigenti italiani dell’Inter. Agli amici che mi chiedono “Com’è ‘sto Paulinho?” rispondo che…

Leonardo a un passo dall’Inter

by Stefano on

Leonardo all'InterUn clamoroso ritorno, ma nella sponda nerazzurra.  Le voci dell’ultim’ora danno Leonardo molto vicino all’Inter, ormai prossima a scaricare il mai apprezzato Rafa Benitez.

Sarebbe un clamoroso ritorno per vari motivi.  Perchè Leonardo è sempre stato molto legato al Milan, il club dove ha vinto di più e in cui ha continuato anche dopo aver appeso gli scarpini al chiodo come dirigente e poi come allenatore. Ma i contrasti con Berlusconi e il suo esonero alla fine della scorsa stagione hanno lasciato strascichi polemici, segnando il rapporto tra il tecnico brasiliano e il Milan.

Leonardo sembrava prossimo a un incarico nella federazione brasiliana, magari come ct ma poi è stato scelto Menezes e allora ecco che il ritorno in Italia potrebbe essere l’occasione per prendersi una bella rivincita nei confronti di chi non lo ha mai capito.

Arriverebbe però in un ambiente scosso dai dissapori interni e da quel fantasma di Mourinho che torna in continuazione e si diverte a stuzzicare nonostante i chilometri che separano Madrid da Milano.  All’Inter troverebbe diversi calciatori brasiliani, come al Milan, ma anche uno spogliatoio decimato dagli infortuni.

Non chiederebbe anche lui, come Benitez, rinforzi immediati?