Palmeiras

Palmeiras vs Corinthians: che duello sul mercato!

by Stefano on

drogba corinthians

A gennaio in Brasile è periodo di calciomercato. Per la nuova stagione che sta per iniziare, prima con i campionati statali e poi con il Brasileirao 2017, i club brasiliani iniziano a presentare i nuovi acquisti. Il Palmeiras, vincitore dell’ultimo campionato brasiliano,  è una delle squadre brasiliane più attive sul mercato: prima l’arrivo di Felipe Melo dall’Inter, già entrato nei cuori dei tifosi. Oggi è stato il turno di Michel Bastos, anche lui transitato in Italia senza lasciare segno nella Roma, ma in Brasile legato soprattutto alla maglia dei rivali del Sao Paulo.

Durante la conferenza stampa, il giocatore ha dovuto rispondere alle tante domande dei cronisti sul suo passato con la maglia del tricolor paulista. Michel Bastos è tornato del difficile rapporto con la tifoseria organizzata che è arrivata a minacciarlo e aggredirlo. L’ex Sao Paulo ha anche avuto parole di stima nei confronti del suo nuovo compagno Felipe Melo con cui ha giocato nel Gremio oltre che nella Seleçao Brasiliana.

Il Corinthians tenta il colpo Drogba

Se il Palmeiras si rinforza, i rivali del Corinthians non stanno a guardare. Per tornare a essere competitivi nel Brasileirao e in Copa Libertadores, dalla Turchia è arrivato Kazim, ex compagno di Felipe Melo nel Galatasaray. Nonostante l’amicizia tra i due, il turco ha promesso di usare le maniere dure quando si incontreranno da avversari sul campo.  Oltre a Kazim, il sogno dei tifosi del Corinthians è l’acquisto di Didier Drogba, un affare che potrebbe delinearsi nelle prossime ore.

Il giocatore della Costa d’Avorio che è libero sul mercato ha già accettato i termini proposti dal Corinthians, circa 150 mila dollari al mese, ora si aspetta l’ok della dirigenza perché un emissario del club si rechi a Londra per portare a termine la trattativa. Didier Drogba, che nelle ultime 2 stagioni ha giocato con l’Impact Montreal, se tutto andrà bene, potrebbe essere un giocatore del Corinthians già da questo fine settimana.

allianz-parque-Palmeiras

A differenza di quanto avviene in Italia, sono sempre di più le squadre brasiliane che stanno dotandosi di nuovi stadi. Molti sono stati costruiti in occasione della recente coppa del mondo approfittando della pioggia di sovvenzionamenti, anche statali. Altri stanno per essere inaugurati in questo periodo come ad esempio l’Allianz Parque, il nuovo stadio del Palmeiras.

Il 25 di ottobre è stato già previsto un evento di test che vedrà la partecipazione, in un incontro amichevole, di due selezioni di giocatori e ex giocatori che hanno segnato la storia del Palmeiras. Tra i personaggi di spicco che prenderanno parte alla manifestazione, ci sarà anche Ademir da Guia uno dei maggiori idoli della storia del club.

Per l’occasione si prevede un pubblico di circa 10.000 persone che occuperanno una parte dello stadio la cui capienza è di circa 43.600 posti.

Betinho lascia il Palmeiras, Juninho tiene in ansia il Vasco

by Stefano on

fonte: estacaopalestra.com.br

Per molte squadre il Brasileirao 2012 è già archiviato. Senza più obiettivi da raggiungere o con un destino già segnato si progetta per la prossima stagione cominciando innanzitutto a rivedere le rose dei giocatori. Il Palmeiras destinato al campionato di serie B sarà il club che senz’altro farà maggiori cambiamenti, tagliando i giocatori dai salari più onerosi e investendo sui giovani. Il primo a lasciare la maglia alviverde è l’attaccante Betinho. Oggi il giocatore ha diffuso un comunicato in cui informa la fine del suo ciclo al Palmeiras. “Quando ho indossato questa maglietta ho sempre lottato e per questo esco dalla porta principale e con la certezza di aver onorato il club. In questi mesi è andato tutto storto – ha detto il giocatore – ma sono convinto che il Palmeiras riuscirà a rialzarsi e a tornare nel luogo in cui merita di stare”.

E dire che Betinho è stato l’eroe della Copa do Brasil, torneo che il Palmeiras ha conquistato quest’anno proprio grazie a un gol dell’attaccante in finale contro il Coritiba. Betinho ha ricordato con molto orgoglio questa vittoria senza dimenticare lo scetticismo che ha accompagnato il suo arrivo nel club. Quello di Betinho si preannuncia come il primo “taglio” eccellente nella rosa del Palmeiras visto che il dirigente César Sampaio ha già annunciato che una folta lista di giocatori in uscita.

fonte: (Foto: Diego Ribeiro)

Succede solo in Brasile, o per lo meno nel Palmeiras, squadra che vive una situazione drammatica. Un club che ha fatto la storia del calcio brasiliano, ormai a un passo dalla retrocessione. Dopo 3 sconfitte consecutive, Il Verdao domani è chiamato a vincere ma i segnali non sono positivi. Tra infortunati e indisponibili il tecnico Gilson Kleina è a corto di uomini e nell’ultimo allenamento ha dovuto schierare nella squadra delle riserve alcuni membri della commissione tecnica e addirittura un giornalista.

Il vice Narciso, il preparatore fisico Fabiano Xhá e l’addetto stampa Marcelo Cazavia sono stati “convocati” per l’allenamento, hanno indossato le casacche e si sono uniti alla “squadra B” durante la classica partitella di rifinitura. Per la sfida di domani sera contro il Bahia, il Palmeiras dovrà fare a meno del difensore Thiago Heleno e del laterale sinistro Juninho (squalificati) e degli infortunati Daniel Carvalho, Marcos Assunção, Correa e Maikon Leite. Senza contare l’assenza di Valdivia, ormai fuori per tutto il proseguio della competizione, il Palmeiras prova a recuperare a tempo di record l’attaccante Barcos che forse raggiungerà il gruppo domani pomeriggio.

Il giorno di Romarinho. Quello del Corinthians

by Stefano on

fonte: meutimao.com

No, non stiamo parlando del Romarinho 18enne figlio del celebre Romario, quello che gioca nelle giovanili del Vasco e che nei giorni scorsi i giornali hanno accostato al Barcellona. Sto parlando di un’altro Romarinho, 21 anni, che gioca tra le riserve del Corinthians. Almeno ci giocava fino a sabato. Ieri, nel derby contro il Palmeiras, Tite lo ha  schierato tra gli 11 titolari e lui ha risposto con una bellissima doppietta.

Il Corinthians finora ha pensanto soprattutto alla Libertadores, competizione mai vinta nella sua storia e motivo di scherno da parte dei tifosi delle altre squadre brasiliane. Anche ieri, nonostante la squadra si trovi nelle ultime posizioni in classifica, l’allenatore Tite ha fatto scendere in campo molte riserve ma a volte è proprio in queste situazioni che piccole stelle cominciano a brillare.

Si ritira Marcos, storico portiere del Palmeiras

by Stefano on

Fine di una era: il portiere Marcos,  il più grande idolo della recente storia del Palmeiras, ha deciso di appendere scarpini e guanti al chiodo.

Già da qualche tempo circolava la notizia e ieri è arrivata l’ufficialità. Il 38enne Marcos si è presentato al ritiro del Palmeiras e dopo un colloquio con la dirigenza ha annunciato la sua decisione di andare “in pensione”.

Conosciuto in Brasile con il soprannome “o Santo” (il Santo), Marcos Roberto Silveira dos Reis è stato l’estremo difensore titolare nella seleção che conquistò il quinto titolo mondiale nel 2002 in Corea e Giappone. Il Mondiale, insieme alla conquista della Copa Libertadores s nel 1999 è stato forse il punto più alto della carriera di Marcos che ha disputato 530 partite con la maglia del Palmeiras.

Sono tre gli anticipi di questo sabato per la 27° giornata del campionato brasiliano. Spicca l’incontro tra Fluminense e Santos, due delle migliore squadre brasiliane: la prima vincitrice della passata edizione del campionato e la seconda campione in carica della Copa Libertadores. Tanti campioni in campo da entrambe le parti, da Neymar a Fred, per cui ci aspettiamo grande spettacolo e tanti gol.

Nelle altre partite di oggi, il Palmeiras ospita il fanalino di coda America-MG. La squadra è ancora in silenzio stampa deciso da Felipe Scolari. Una vittoria oggi potrebbe servire per scacciare la crisi.

Il Bahia infine riceve l’Avai per un incontro importante per il discorso salvezza. I baiani hanno il secondo peggiore attacco del campionato brasiliano e l’Avai non va molto meglio visto che ha segnato soltanto un gol in più dei rivali

Vedi i pronostici di oggi – sabato 01 ottobre

I grandi club del calcio brasiliano sono in crisi?

by Stefano on

Cosa sta succedendo ai club più blasonati del calcio brasiliano? È l’interrogativo che in molti si stanno ponendo. Di cinque squadre approdate agli ottavi della Copa Libertadores solo il Santos è riuscito a passare il turno.

Gremio, Cruzeiro, Internacional e Fluminense sono state eliminate da avversari modesti riuscendo anche a dilapidare il vantaggio accumulato nella gara di andata subendo, come nel caso del Fluminense, delle rimonte clamorose. Fred e compagni infatti sono stati battuti dal Libertad per 3-0 dopo aver vinto per 3-1 la partita casalinga.

Stesso destino amaro per il Cruzeiro che ha subito uno 0-2 casalingo che ha vanificato la vittoria per 1-2 sul campo dell’Once Caldas.  Doppia sconfitta invece per due storiche squadre gauche: il Gremio è uscito sconfitto in entrambe le sfide contro l’Universidad Catolica e l’Internacional dopo il pareggio per 1-1 dell’andata, ha perso per 2-1 contro il Penarol.

Per la prima volta nella storia della Libertadores, il Paraguay ha più squadre del Brasile qualificate alle fasi finali della competizione. Una sola squadra brasiliana ancora in corsa invece non la si vedeva dal 1994 e si trattava anche in quell’occasione sempre del Santos vittorioso sull’ América-MEX.