Vasco

Vasco e Fluminense, valzer di panchine

by Stefano on

Dorival Junior e Luxemburgo esonerati

fonte: lancenet.com.br

Valzer di panchine nel Vasco e nel Fluminense. I due grandi club vivono un momento di grande difficoltà e corrono il rischio di finire in Serie B.

Il cammino del Vasco appare il più complicato, specie dopo la sconfitta nello scontro salvezza con il Ponte Preta. Dopo l’ennesima partita deludente i vertici della società hanno esonerato Dorival Junior affidando il comando della squadra a Adilson Batista. Il nuovo tecnico pare sia intenzionato a stravolgere le gerarchie all’interno dello spoglatoio, ad esempio ridando una maglia da titolare al portiere Diogo. La missione di Adilson è difficilissima: mai come quest’anno il Vasco ha una rosa che non sembra all’altezza della serie A pur avendo messo in mostra alcuni ottimi giovani. Ma i contrasti interni, la crisi finanziaria del club e la mancanza di organizzazione hanno portato il glorioso club a sprofondare nella crisi.

Anche il Fluminese, a soli 3 punti dalla zona retrocessione, rischia grosso. Le voci che arrivano da Laranjeiras, anche se non ufficiali, dicono che Luxemburgo non è più l’allenatore e si sta configurando il clamoroso ritorno di Abel Braga. Secondo il giornalista di Radio Tupì, Wilson Pimentel, il tecnico potrebbe far ritorno al tricolor carioca dopo appena 3 mesi dal suo esonero. Altro nome caldo per la panchina del Fluminense é Caio Jr. Si attendono news ufficiali del club nelle prossime ore.

 

Thalles, giovane promessa del Vasco che ricorda Balotelli

by Stefano on

Thalles Vasco Balotelli

In Brasile, la parola “xodó” indica una persona molto cara a cui, per motivi affettivi, viene riservato un trattamento di favore. Nel mondo calcistico, lo xodó è solitamente un giovane di talento che si è affermato nelle giovanili di una squadra e diventa l’idolo della tifoseria. E nel calcio brasiliano, un giovane talento ci mette poco a essere considerato “il prossimo Neymar“.

O come è successo a Thalles, del Vasco, a essere soprannominato “BaloThalles“. Il ragazzo di appena 18 anni ha debuttato in prima squadra segnando una doppietta contro il Goias ed ha già conquistato la torcida cruzmaltina.  Il Vasco da Gama è un club in cui si sono affermati grandi attaccanti brasiliani come Romario, Valdir Bigode, SOrato, Edmundo e Roberto Dinamite. Ma da diversi anni il settore giovanile non “sfornava” un grande talento come sembra essere Thalles Lima, classe 1995.

Oltre a essere molto forte fisicamente, il numero 9 del Vasco Under-20 possiede buona tecnica e velocità. Ha grande capacità di proteggere il pallone ed è molto forte nel gioco aereo. Motivo per cui, in Brasile, sono cominciate a circolare fotomontaggi che lo paragonano a Balotelli.

Rivoluzione Vasco: 22 nuovi acquisti nel 2013

by Stefano on

Cris dal Gremio al Vasco

Nonostante una situazione economica non invidiabile, il Vasco è la squadra carioca che si è maggiormente rinforzata in questo 2013, per lo meno in termini numerici. Sono 22 i giocatori che il club ha acquistato in questa stagione e la dirigenza ha in mente almeno altri 2 acquisti prima di chiudere la rosa. Obiettivi: un regista e un portiere, ruoli in cui la squadra di San Januario è carente.

L’ultimo ad arrivare in casa del Vasco è stato il difensore Cris preso dal Grêmio con la formula del prestito fino a fine stagione. Insieme ad André Ribeiro e Rafael Vaz, andrà a completare la retroguardia che è stata completamente rinnovato a rispetto allo scorso anno.

Il settore però maggiormente rivoluzionato è l’attacco: Solo quest’anno sono arrivati ben 7 giocatori per il reparto offensivo. L’unico veterano nel gruppo è Eder Luis.

Ecco l’elenco di tutti i giocatori acquistati dal Vasco nel 2013:

Elsinho, Nei, Fagner e Yotún (laterali), André Ribeiro, Cris e Rafael Vaz (difensori centrali), Sandro Silva, Fillipe Soutto e Guiñazu (mediani), Pedro Ken, Alisson, Montoya e Juninho (centrocampisti), Leonardo, Thiaguinho, Robinho, Edmilson, Reginaldo, André e Willie (attaccanti) oltre al portiere Michel Alves

Carioca, 5° giornata: altra sconfitta per il Vasco

by Stefano on

Bangu vince Vasco 1-0

fonte: esportes.terra.com.br

La sorpresa della 5° giornata del campionato carioca è la sconfitta del Vasco per 1-0 contro il modesto Bangu. La squadra guidata da Gaucho è incappata in nuova sconfitta dopo il 4-2 nel derby contro il Flamengo. Il gol partita per il Bangu è stato siglato da Hugo. Con questo risultato il Vasco resta a 9 punti ma scivola al secondo posto del Gruppo A della Taça Guabanara superato dal Botafogo che ha vinto per 3-1 (tripletta di Seedorf) sul Botafogo. Il Bangu, con questa vittoria, sale al 4° posto nel Gruppo B con 8 punti e mantiene viva la chance di qualificarsi al turno successivo.

Il Vasco è stato castigato dalla leggerezza con cui ha approcciato all’incontro, evidenziata dall’errore di Dedé che ha spianato la strada al gol del Bangu e dai troppi errori manifestati in fase offensiva. Nel prossimo turno il Vasco affronterà il Fluminense all’Engenhao.

Tutti i risultati della 5° giornata del campionato carioca – Taça Guanabara

Madureira 1 x 2 Audax Rio
Boavista 1 x 0 Friburguense
Quissamã 0 x 3 Fluminense
Flamengo 1 x 0 Nova Iguaçu
Resende 1 x 1 Olaria
Volta Redonda 0 x 0 Duque de Caxias
Vasco 0 x 1 Bangu
Macaé 1 x 3 Botafogo

Il Vasco vende Dedé, conteso tra club brasiliani e europei

by Stefano on

Dedé in vendita

fonte: netvasco.com.br

Il forte difensore centrale del Vasco da Gama, già nel giro della Seleção  è sul piede di partenza. A causa della crisi economica del club carioca, anche lui che è il capitano e idolo della tifoseria potrebbe lasciare presto il San Januario come già fatto da altri compagni di squadra.

Dedé è considerato uno dei pezzi pregiati di questo mercato e Corinthians e Santos stanno facendo pressione per accaparrarselo. Il Vasco può fare poco per trattenerlo e né può avanzare richieste economiche esagerate come accaduto per altri giocatori brasiliani, vedi Paulinho, Lucas o Neymar.

Il Vasco infatti detiene il 45% dei diritti economici di Dedé. Il restante è diviso tra la Lega Partecipazioni e Intermediazioni che possiede (45%) e la Ability (10%). Secondo il contratto firmato dalle parti il Vasco è obbligato a vendere il giocatore di fronte a un’offerta di almeno 7 milioni di euro, pur avendo diritto di esercitare una preferenza sulla società a cui vendere.

Si tratta dunque di cifre non astronomiche per un giocatore forte e giovane (25 anni) di grandi prospettive anche se viene da una stagione negativa (infortuni e rendimento della squadra. Il Vasco, approfittando della finestra di mercato invernale in Europa, vorrebbe cederlo all’estero per non rinforzare ulteriormente due dei prossimi rivali nel Brasileirao 2013.

L’intenzione del direttore generale del club carioca, Cristiano Koehler, è vendere Dedé a un prezzo superiore di quello indicato nella clausola e in Europa ci sono sicuramente dei top club con disponibilità superiori in grado di garantire al Vasco per lo meno 10 milioni di euro.

Conta anche la volontà del giocatore. Tanti brasiliani stanno decidendo di rimanere in patria per avere maggiori possibilità di giocare in vista della prossima coppa del mondo 2014. Per questo il Santos spera anche nell’amicizia tra Dedé e Neymar per poter arrivare al giocatore.

E i club italiani? La Juve si era già mostrata interessata a Dedé in passato ma potrebbe essere il Milan, che ha più emergenza nel reparto difensivo e storicamente attivo nel mercato brasiliano, a farsi avanti con un’offerta per il difensore. Attenzione anche all’Inter dopo aver ceduto Sneijder è tornata alla carica per Paulinho e potrebbe fare un bliz a Rio per il difensore.

Il Vasco vuole ripartire da Willians e Zé Love

by Stefano on

Vasco interessato a Willians Udinese

fonte: it.uefa.com

Non è un momento facile per il Vasco. A causa della crisi economica che ha travolto il club, i giocatori più rappresentativi come Juninho, Felipe e Fernando Prass hanno fatto le valige e sono andati via tra polemiche e dichiarazioni al vetriolo.

Trattative col Genoa per Zé Love e Udinese per Willians

Ma i dirigenti del club carioca vogliono pensare al futuro, tentando di allestire una formazione competitiva per la prossima stagione. I principali obiettivi di mercato sono due conoscenze del calcio italiano: il centravanti Zé Love e il centrocampista Willians.

Nel caso dell’ex Santos, la via intrapresa è quella del prestito gratuito. Il cartellino del giocatore appartiene al Genoa che lo ha girato al Siena. “Interessa al giocatore e al Vasco. Stiamo trattando col Genoa per farlo tornare in Brasile per un anno”, ha detto il procuratore Luiz Taveira.

Sempre in Italia, il Vasco è interessato a Willians (Udinese) che a inizio stagione è arrivato in Italia dal Flamengo ma non ha mai convinto allenatore e dirigenti del club friulano. Per questo motivo entrambe le parti e il giocatore stesso vedono di buon occhio la trattativa per un ritorno in Brasile.

Il Vasco è anche alla ricerca di un portiere dopo il passaggio di Fernando Prass al Palmeiras. Candidato numero 1 è Michel Alves del Criciúma.

Fernando Prass rescinde con il Vasco

by Stefano on

fonte: yahoo.com.br

Il Vasco da Gama continua a perdere pezzi importanti. Mentre Juninho ancora non decide la sua prossima destinazione, l’altro idolo dei tifosi, il portiere Fernando Prass, ha rescisso oggi il contratto che lo legava con il club di San Januario fino a dicembre 2013.

La notizia è stata divulgata dal bollettino informativo della CBF, la federcalcio brasiliana. Temporaneamente senza squadra, si vocifera di un forte interesse del Palmeiras ma è probabile anche l’ipotesi che il portiere torni a difendere i pali del Coritiba, club in cui ha militato dal 2002 al 2005.

Formatosi nel Gremio, Fernando Prass, dopo tre anni al Coritiba si è trasferito in Portogallo nel 2005 dove ha giocato per 3 stagioni nell’Uniao de Leira disputando 81 partite. Nel 2009 è tornato in Brasile per vestire la maglia del Vasco.

Betinho lascia il Palmeiras, Juninho tiene in ansia il Vasco

by Stefano on

fonte: estacaopalestra.com.br

Per molte squadre il Brasileirao 2012 è già archiviato. Senza più obiettivi da raggiungere o con un destino già segnato si progetta per la prossima stagione cominciando innanzitutto a rivedere le rose dei giocatori. Il Palmeiras destinato al campionato di serie B sarà il club che senz’altro farà maggiori cambiamenti, tagliando i giocatori dai salari più onerosi e investendo sui giovani. Il primo a lasciare la maglia alviverde è l’attaccante Betinho. Oggi il giocatore ha diffuso un comunicato in cui informa la fine del suo ciclo al Palmeiras. “Quando ho indossato questa maglietta ho sempre lottato e per questo esco dalla porta principale e con la certezza di aver onorato il club. In questi mesi è andato tutto storto – ha detto il giocatore – ma sono convinto che il Palmeiras riuscirà a rialzarsi e a tornare nel luogo in cui merita di stare”.

E dire che Betinho è stato l’eroe della Copa do Brasil, torneo che il Palmeiras ha conquistato quest’anno proprio grazie a un gol dell’attaccante in finale contro il Coritiba. Betinho ha ricordato con molto orgoglio questa vittoria senza dimenticare lo scetticismo che ha accompagnato il suo arrivo nel club. Quello di Betinho si preannuncia come il primo “taglio” eccellente nella rosa del Palmeiras visto che il dirigente César Sampaio ha già annunciato che una folta lista di giocatori in uscita.